Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'uso dell'immagine dei bambini nella psicologia della pubblicità

L’immagine del bambino nella pubblicità rappresenta un legante di motivazioni e fattori psicologici che garantiscono , senza grande sforzo creativo da parte dei pubblicitari, un risultato di notevole impatto sul pubblico, e nel caso in esame sui lettori delle riviste sotto osservazione “ Team di copywriter, esperti d’immagine, art director ma anche psicologi, in ogni campagna pubblicitaria studiano il modo per far giungere il loro messaggio più velocemente e per farlo ricordare, cercando di creare uno slogan accattivante, ritmico e dinamico (Cialdini,1989). “ Il presente lavoro confuta in parte tutto ciò e dimostra che una “buona” immagine di un bambino scatena istintivi sentimenti di tenerezza, maternità o paternità, socialità. L’uomo quale risparmiatore di energie cognitive, abile scopritore di euristiche ed altre scorciatoie di ragionamento trae conclusioni da quel minimo di informazioni fornite dall’innocente foto e compie sintesi fulminee sui pochi dati presenti.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 PREFAZIONE Henri de Toulose – Lautrec ...il primo nome che immediatamente associavo in fatto di pubblicità, questo naturalmente prima del corso di studi in Scienze della Comunicazione. La straordinaria inclinazione per il disegno ed i gravi impedimenti fisici, l’interesse per la vita, il movimento e l’attimo fugace mi spinsero, anni addietro, ad approfondire la conoscenza dell’artista francese fino ad arrivare alla scoperta del manifesto come forma d’arte. “Verso la fine del XIX secolo la produzione industriale aveva conosciuto un grande incremento e con essa anche la pubblicità. Con le sue forme e i suoi colori, il manifesto si dimostrò il mezzo ideale per attirare l’attenzione del pubblico su determinati prodotti o avvenimenti. I costi contenuti della tecnica litografica permettevano di raggiungere tirature elevate e dunque una grande diffusione di questa nuova “ arte di strada” ... (Felbinger, U. , 2000). TOULOSE-LAUTREC “Ambassadeurs:Aristide Bruant, 1892”

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Vincenzo Viola Contatta »

Composta da 85 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12401 click dal 16/05/2007.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.