Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Much Ado about Nothing: il mondo rinascimentale di Messina tra conservazione e rinnovamento.

Ho sviluppato l'analisi di una delle commedie shakespeariane di maggior successo non seguendo strettamente l'ordine di successione degli eventi, ma piuttosto concentrandomi sulle personalità dei protagonisti e sull'influenza che la società rinascimentale di Messina ha sui loro comportamenti amorosi. Infine, ho evidenziato le analogie che intercorrono tra il testo originale e l'adattamento cinematografico del 1993 a opera dell'attore-regista irlandese Kenneth Branagh.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 1. Introduzione 1.1 Composizione, pubblicazione e fonti accreditate I termini di composizione di Much Ado about Nothing sono generalmente fissati tra il 1598 e i primissimi mesi dell anno successivo. Il play Ł stampato per la prima volta sotto forma di in-quarto nel 1600 da Valentine Sims per Andrew Wise e William Aspley - si crede riportato da un manoscritto dello stesso Shakespeare e non appare piø sino alla pubblicazi one dell in-folio del 1623, modificato e corretto. I due intrecci attraverso i quali si sviluppa la commedia la vicenda di Claudio e Hero e la vicenda di Beatrice e Benedick possono essere ricondotti per affinit di temi e di stili a opere italiane apparse nella prima met del XVI secolo. Shakespeare probabilmente venn e a conoscenza dell Orlando Furioso attraverso la traduzione che Sir John Harington pubblic nel 1591 e potrebbe averne tratto spunto per il plot drammatico, la storia di Claudio e Hero. Gli elementi di somiglianza con il V libro1 sono chiari se osservati esclusivamente dal lato dello sviluppo dell intreccio, sebbene al poema sia intrinseco un livello cortese che non si rispecchia nella commedia di Shakespeare. Inoltre il senso del tragico Ł molto piø accentuato nel testo dell Ariosto, mentre Shakespeare, come di suo uso, amalgama e alterna un atmosfera generale di background comico a momenti di alta drammaticit . 1 Il cavaliere Rinaldo si dirige verso St Andrews per prestare soccorso alla principessa scozzese Ginevra, accusata di impurit e condannata a morte. Lungo il cammino incontra Dalinda, la damigella, che gli racconta come Polinesso, innamorato della principessa, l abbia convinta a vestirsi come la padrona e come abbia invitato Ariodante, promesso sposo di Ginevra, e suo fratello, ad assistere alla scena del supposto tradimento. Ariodante, disperato, sparisce e viene creduto morto; suo fratello Lurcanio accusa la principessa e la fa condannare. Polinesso allora decide di disfarsi di Dalinda ma Rinaldo la salva dai suoi assassini. Arrivato a destinazione, il cavaliere trova Polinesso impegnato in un duello con uno straniero: questi, rivelatosi essere poi Ariodante, vince il nemico e lo costringe a confessare l inganno prima di morire. Ariodante e Ginevra possono cos essere finalmente ricongiunti, mentre Dalinda si ritira in convento.

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Silvia Messina Contatta »

Composta da 71 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1626 click dal 18/04/2007.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.