Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Legge elettorale, voto per corrispondenza e nuove tecnologie

Il lavoro effettuato nel corso dell'anno accademico 2006/07 prevede una breve introduzione sulla storia del diritto di voto, controversa e giuridicamente modificata nel corso degli anni all'evoluzione del voto per corrispondenza degli italiani residenti all'estero, nonchè dell'avvento del voto elettronico con tutte le polemiche che ne sono avvenute e che nonostante la sua discussa applicazione ha portato notevoli benefici nelle sue sperimentazioni. Un lavoro molto chiaro che cerca di spiegare al meglio cosa vuol dire diritto di voto.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Nel presente lavoro sarà affrontata l’analisi di una modalità di voto molto discussa negli ultimi anni: il “Voto elettronico”, un sistema innovativo che consente la possibilità di esprimere il proprio voto facendo ricorso all’utilizzo delle tecnologie più avanzate con l’obiettivo di far avvicinare il corpo elettorale ad una nuova prospettiva di espressione del voto. Dalle prime sperimentazioni, condotte nel 2002 in Svizzera e in Italia, fino ad oggi, questo sistema di votazione ha suscitato notevole interesse e dato l’avvio a discussioni ancora aperte. L’E-poll (Electronic polling system for remote voting operations), è un sistema ideato per semplificare le operazioni di voto rendendole più veloci ed assicurando allo stesso tempo i criteri di affidabilità e sicurezza dei sistemi tradizionali di voto. 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Emiliano Troiani Contatta »

Composta da 165 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2692 click dal 27/04/2007.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.