Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La partecipazione dei lavoratori al capitale di rischio dell'impresa

La partecipazione dei lavoratori al capitale di rischio dell'impresa

Mostra/Nascondi contenuto.
Prefazione Il presente elaborato vuole offrire un percorso di lettura sul tema della partecipazione dei lavoratori al capitale di rischio dell’impresa presso la quale prestano servizio. Il tema non è certo nuovo, ma si presenta oggi come più che mai attuale per la necessità di pervenire a un nuovo modello di società, emancipato dal feticcio della lotta di classe e in grado di superare il tradizionale antagonismo tra lavoratori e datore; una società nuova e rivitalizzata nel segno della condivisione delle esigenze e degli obiettivi, in grado affrontare e vincere le sfide dell’economia globalizzata. Il tema è ad altissima tensione ideologica, in quanto esige la ridefinizione del rapporto tra capitale e lavoro, spinge nella direzione di una diversa governance dell’impresa, e implica un ripensamento del ruolo dei sindacati. La prima parte di questo elaborato si propone di definire l’ambito della nostra ricerca, cercando di individuare i confini dell’azionariato dei lavoratori, e la linea di demarcazione tra le figure affini o i temi con i quali entra in relazione necessaria, come la partecipazione alla gestione, la retribuzione e l’ampio tema che prende il nome di democrazia economica. Nel secondo capitolo della parte prima cercheremo di offrire al lettore un panorama del dibattito corrente sull’azionariato dei lavoratori, passando in rapida rassegna i principali argomenti solitamente invocati a sostegno di una economia partecipativa e di un coinvolgimento dei lavoratori nei risultati economici dell’impresa. Nella nostra argomentazione ci riferiremo principalmente ai modelli macroeconomici elaborati da Martin Weitzman e James Meade, senza trascurare il contributo dato dall’economista italiano Renato Brunetta. Per quanto riguarda invece i risvolti microeconomici della partecipazione finanziaria ci serviremo in buona parte delle indagini econometriche svolte dagli studiosi anglosassoni o in seno agli organi della Comunità europea, cercando di metterli in costante relazione con le V

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Tommaso Erboli Contatta »

Composta da 254 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3364 click dal 23/04/2007.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.