Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Effetti socioeconomici di un evento culturale: il Far East Film Festival di Udine

Durante il periodo di stage presso l’ente organizzatore del Far East Film Festival, il Centro Espressioni Cinematografiche si è voluto studiare la dimensione socioeconomica di questo evento conosciuto come la più grande rassegna di cinema popolare asiatico a livello nazionale e internazionale, nonchè come uno dei più importanti festival mondiali, partendo dal concetto che vede l’esistenza di una relazione fra l’iniezione di denaro in una specifica economia, rappresentata in questo caso dalle spese sostenute dall’ente culturale per l’organizzazione, la comunicazione e la gestione dell’evento, e i conseguenti effetti sulla comunità locale.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione L’avvento dell’era postmoderna ha visto una radicale revisione del ruolo del consumo nella sfera esperienziale dell’individuo. Anche la cultura è stata investita da questo cambiamento di prospettiva:i festival sono artefatti culturali che acquistano significato, e vengono perciò comprati e “consumati” nel momento in cui sono in grado di creare coinvolgimento emozionale negli spettatori e nella comunità ospitante. Il riposizionamento di immagine ad opera di alcune organizzazioni di eventi culturali e la nascita di altri, testimoniano la volontà di creare nuovi spazi vitali di aggregazione, perseguendo obiettivi di inclusione e partecipazione. E’ il caso dei meeting e dei convegni che si trasformano in festival (Festa dell’Economia, Festa della Scienza), e dei festival che a loro volta diventano feste (Festa del Cinema di Roma); eventi che mettono in evidenza la necessità di fornire nuovi modelli di comunicazione attraverso il contatto diretto col pubblico. Da questo punto di vista il Far East Film Festival di Udine, anche in tempi in cui i festival cinematografici facevano dell’autoreferenzialità un punto di forza, ha sempre dimostrato di saper comunicare un’immagine di un festival “a misura d’uomo” che ha contribuito significativamente alla crescita in termini di qualità e di affluenza di pubblico al festival stesso. Per la ricerca effettuata durante il periodo di stage presso l’ente organizzatore, il Centro Espressioni Cinematografiche si è voluto perciò studiare la dimensione socioeconomica del festival, partendo dal concetto che vede l’esistenza di una relazione fra l’iniezione di denaro in una specifica economia, rappresentata in questo caso dalle spese sostenute dall’ente culturale per l’organizzazione, la comunicazione e la gestione dell’evento, e i conseguenti effetti sulla comunità locale. Nel primo capitolo si descrivono quali sono i soggetti che interagiscono con i festival, con particolare riferimento al ruolo di supporto degli enti pubblici nell’ambito dei finanziamenti. Inoltre si è inteso indagare quali sono i meccanismi di creazione di valore che può innescare un evento culturale periodico nel settore turistico, e come l’evento organizzato efficacemente, in termini di destination management, può diventare elemento trainante per la promozione turistica del contesto in cui il festival si svolge. Il secondo capitolo è dedicato alla descrizione del Centro Espressioni Cinematografiche (CEC), associazione culturale attiva dal 1974 ed ente organizzatore del Far East Film Festival. Grazie alla qualità delle numerose iniziative dedicate all’immagine nella sua più ampia accezione (dal cinema alle molteplici forme del mondo dell’illustrazione contemporanea) e alle collaborazioni con altre realtà pubbliche e private, il CEC è si è affermato come uno dei punti di riferimento più importanti per la cultura in regione.

Tesi di Master

Autore: Sara Montina Contatta »

Composta da 64 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2361 click dal 08/05/2007.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.