Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sviluppo di applicazioni “instrumented” per il controllo e la gestione dei sistemi: le tecnologie WMI e .NET in un contesto aziendale

Nel corso degli anni la complessità della gestione dei sistemi informativi è cresciuta in maniera esponenziale e l’amministrazione è diventata un compito arduo che richiede la conoscenza delle relazioni esistenti fra i vari prodotti hardware e software che interagiscono sulla rete. La gestione e il monitoraggio della piattaforma IT sono divenute quindi il capitolo di spesa più consistente nell’ambito dei costi operativi delle aziende e l’esistenza di sedi distribuite geograficamente complica ulteriormente le cose. Nasce quindi l’esigenza di una tecnologia che unifichi i framework di enterprise management permettendo agli amministratori IT di utilizzare le promettenti tecnologie Web per la gestione di dispositivi eterogenei, reti e applicazioni attraverso reti eterogenee: è il progetto WBEM.
Il lavoro sviluppato nasce per integrare queste nuove tecnologie di gestione e monitoraggio all’interno di un progetto più ampio già sviluppato ed installato: il server XAMS. Questo server – basato su una architettura Windows 2000 Server – ha il compito, per mezzo di due servizi indipendenti ed intercomunicanti attraverso Message Queue, di acquisire dati da una rete di PLC interrogati via TCP socket e di elaborarli prima dell’archiviazione su database Oracle. Tutta l’infrastruttura del server risulta essere ridondante e quindi composta da due macchine che in parallelo eseguono lo stesso compito. La realtà operativa ha evidenziato alcune necessità relative al monitoraggio dei due server sia da un punto di vista sistemistico che da un punto di vista prettamente legato allo stato dei due singoli servizi in esecuzione. L’idea che dopo un’attenta analisi delle metodologie e delle best practice sulle tecniche di monitoring ha preso corpo è stata quella di un servizio “terzo” che si integrasse ed interagisse con i due servizi esistenti utilizzando il repository di sistema WMI e che pubblicasse sempre attraverso WMI sia i valori correnti dei servizi di acquisizione ed elaborazione sia i valori di soglia per gli allarmi garantendo in questo modo una gestione centralizzata e parametrica delle politiche di monitoring offrendo nel contempo un approccio distributo all’attività di monitoring. Inoltre è sempre compito del servizio di monitoraggio di mantenere un heartbeat con il secondo server utilizzando un TCP socket. Al repository WMI di ciascun server potranno accedere tutte le applicazioni consumer standard nonché il client di monitoraggio sviluppato ad-hoc composto da:
• un quadro sinottico che riepiloga lo stato dei servizi di Acquisizione ed Elaborazione oltre che i principali parametri sistemistici del server;
• un browser del sottosistema di archiviazione del server;
• un browser dei servizi registrati sul sistema e del loro relativo stato;
• un browser dei processi attivi nel sistema.

Mostra/Nascondi contenuto.
Abstract Nel corso degli anni la complessità della gestione dei sistemi informativi è cresciuta in maniera esponenziale e l’amministrazione è diventata un compito arduo che richiede la conoscenza delle relazioni esistenti fra i vari prodotti hardware e software che interagiscono sulla rete. La gestione e il monitoraggio della piattaforma IT sono divenute quindi il capitolo di spesa più consistente nell’ambito dei costi operativi delle aziende e l’esistenza di sedi distribuite geograficamente complica ulteriormente le cose. Nasce quindi l’esigenza di una tecnologia che unifichi i framework di enterprise management permettendo agli amministratori IT di utilizzare le promettenti tecnologie Web per la gestione di dispositivi eterogenei, reti e applicazioni attraverso reti eterogenee: è il progetto WBEM. Il lavoro sviluppato nasce per integrare queste nuove tecnologie di gestione e monitoraggio all’interno di un progetto più ampio già sviluppato ed installato: il server XAMS. Questo server – basato su una architettura Windows 2000 Server – ha il compito, per mezzo di due servizi indipendenti

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Salvatore Vasta Contatta »

Composta da 128 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 384 click dal 11/05/2007.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.