Skip to content

Aspetti storici, epidemiologici e clinici della Cannabis sativa L.

Informazioni tesi

  Autore: Margherita Andreina Magazzini
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1997-98
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Medicina e Chirurgia
  Corso: Medicina e Chirurgia
  Relatore: Ugo Mario Macerata
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 428

La tesi in due volumi, ha inteso evidenziare le problematiche di varia natura riguardanti, a livello mondiale, l'uso e l'abuso delle droghe in particolare dei derivati della Cannabis sativa L.. Nella prima parte a cominciare da una fotografia di tipo epidemiologico del fenomeno droga oggi nei suoi aspetti più significativi si è analizzato e presentato l'uso delle droghe nell'antichità riportando testi originali di poeti, medici e studiosi di varie discipline. Si è voluto sottolineare in proposito le differenti motivazioni all'uso degli stupefacenti fra antichità e modernità. Motivazioni nei tempi più recenti e vicini a noi legate a difficoltà di adattamento a cambiamenti storici, culturali ed economici. Nella seconda parte si è posta al centro la relazione fra Cannabis e patologie a partire dalla conoscenza botanica della pianta e dei meccanismi d'azione dei suoi principi attivi: i cannabinoidi. Questo è stato un indispensabile passaggio per poter illustrare le connessioni appunto fra Cannabis e tossicità acuta e cronica nel bambino e nell'adulto, malattie infettive e sequele neurologiche a testimonianza di una sicura "non totale innocuità" di queste droghe "leggere". Si è analizzata infine la posizione della Cannabis nell'ambito della legislazione internazionale e italiana, fino al 1998, anno di stesura e discussione della tesi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 PRESENTAZIONE Questa tesi si propone di evidenziare le problematiche di varia natura riguardanti, a livello mondiale, l'uso e l'abuso delle droghe, con particolare attenzione ai derivati della Cannabis sativa L.. Nel corso della ricerca di documentazione su alcuni testi originali di poeti, medici, studiosi di varie discipline, si è potuto scorgere nell'ambito delle culture tradizionali, la presenza delle droghe come componente significativa, 'normale', nella vita dei popoli fin dalla più remota antichita. Presso di essi l'uso degli stupefacenti non era "problematico", ma "positivo": doveva servire alia crescita spirituale di chi li assumeva e del popolo nel suo complesso. Le motivazioni che lo promuovevano e sostenevano non avevano niente a che vedere, quindi, con i disagi esistenziali, la ricerca di identità, la fuga dalla realtà, ovvero con la complessità con cui si presenta la realtà odierna. Delle sostanze psicotrope - fra cui un posto di rilievo aveva la Cannabis- venivano valorizzate ed utilizzate, soprattutto, le proprieta terapeutiche, inscindibili dalla capacità di far entrare l'uomo in contatto con la divinità e di fargli sperimentare una dimensione più profonda e sconosciuta del proprio essere e del vivere, ed i poteri magici, il valore nutrizionale in caso di carestia, l'aiuto che potevano offrire nell'assolvere compiti difficili e per migliorare le relazioni sociali. Si può ragionevolmente pensare, quindi, che, in tali contesti, anche quando l'assunzione di sostanze dotate di effetti psicorropi avesse provocato danni seri alla salute psichica e fisica, peraltro quasi mai resi noti, non avrebbe rivestito l'importanza di problematica sociale allarmante. Tuttavia, già nella seconda metà del secolo scorso, l'affacciarsi della modernità con la diffusione del capitalismo, lo sviluppo della tecnica, l’invadenza dell'ideologia, esigeva, dalle istituzioni e dai singoli,adeguamenti, compromessi, mutamenti, obbedienze o fughe.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

avicenna
bhang
campbell
cannabis sativa l.
dap
depersonalizzazione
dioscoride pedacius
esseni
etnobotanica
flash back
hashish
marijuana
medici arabi
morbilità
morbosità
precipitazione di psicosi
rg veda
schizofrenia
tossicità acuta
tumori maligni

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi