Skip to content

Trainspotting: un'analisi liguistica

Informazioni tesi

  Autore: Samuela Girau
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: John Douthwaite
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 86

La mia tesi consiste in un’analisi stilistica del romanzo scozzese Trainspotting, o meglio di alcuni aspetti e alcune parti dell’opera. Trainspotting, pubblicato da Irvine Welsh nel 1993, è presto diventato un romanzo di culto, e ha attirato su di sé tanti apprezzamenti quante critiche. Si tratta infatti di un libro che ha come protagonisti dei ragazzi di Leith (un sobborgo di Edimburgo), che passano la vita tra droghe di ogni tipo, piccoli e grandi crimini, violenza e truffe di ogni genere. Ciò che ha provocato gli attacchi a Trainspotting, è il fatto che tutto questo venga raccontato senza nessun giudizio moralistico, come se fosse normale, e quindi secondo il punto di vista dei personaggi stessi.
Attraverso la mia analisi, partendo da una descrizione linguistica del testo, ho cercato di trarre delle conclusioni sul suo significato, di interpretarlo. Ho analizzato tre aspetti di Trainspotting che mi sembravano di estremo interesse.
Nel primo capitolo ho affrontato il tema dell’uso dello scozzese nel romanzo, che è l’elemento più peculiare della sua lingua. Innanzitutto ho preso in considerazione la scelta di questo dialetto, e attraverso l’analisi della pagina iniziale del romanzo ho messo in evidenza i vari livelli linguistici (spelling, grammatica e vocabolario) in cui lo scozzese si manifesta, rendendo molto impegnativa la lettura di Trainspotting. Nella seconda parte del capitolo ho analizzato il rapporto che intercorre tra lo scozzese e l’inglese all’interno del romanzo, mostrando come e da chi venga usato lo Standard English, e quale sia il suo ruolo in una situazione in cui la norma è rappresentata dallo scozzese.
Il secondo capitolo si concentra su un’altra caratteristica di Trainspotting, ovvero la presenza di vari narratori (uno esterno e gli altri interni alla narrazione), che si alternano nel corso del libro. Ho sottolineato come, il fatto che ci siano diverse voci, implichi anche la presenza di vari stili (uno per ogni narratore), riconoscibili grazie a delle peculiarità linguistiche ed extralinguistiche che li contraddistinguono. Ho quindi analizzato gli stili di quattro dei narratori interni, che sono anche i personaggi principali del romanzo, evidenziando quali siano le loro caratteristiche distintive, sia quelle più evidenti che quelle apparentemente poco significative. Ho inoltre messo in relazione queste particolarità dell’idioletto di ognuno dei personaggi con il loro modo di essere e di pensare, col loro carattere e comportamento.
Il terzo e ultimo capitolo tratta due temi strettamente collegati tra loro: la presentazione di pensieri e parole e il punto di vista. Il primo elemento è infatti uno strumento fondamentale per manipolare il punto di vista, per mostrare le cose da una certa angolazione e passare ad esempio da una narrazione esterna ad una che riflette il modo di vedere di un certo personaggio. In un primo momento ho preso in considerazione le varie forme di speech and thought presentation, mostrando come siano utilizzate in Trainspotting e quale sia la loro funzione all’interno della narrazione. Ho poi analizzato un estratto del libro in cui il narratore esterno, usando varie categorie di presentazione, ci pone davanti ai pensieri di un personaggio, mostrandoci il suo punto di vista. Ho esaminato in seguito il modo in cui in alcune situazioni si susseguono i punti di vista di diversi personaggi su uno stesso fatto, dando vita ad una focalizzazione interna multipla. Infine, ho analizzato una particolare forma di presentazione dei pensieri del personaggio, il flusso di coscienza o monologo interiore; e ho seguito il passaggio da un’idea all’altra in questo flusso, cercando di ricostruire il filo conduttore di una concatenazione apparentemente casuale e incoerente.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione La mia tesi consiste in un’analisi stilistica del romanzo scozzese Trainspotting, o meglio di alcuni aspetti e alcune parti dell’opera. Trainspotting, pubblicato da Irvine Welsh nel 1993, è presto diventato un romanzo di culto, e ha attirato su di sé tanti apprezzamenti quante critiche. Si tratta infatti di un libro che ha come protagonisti dei ragazzi di Leith (un sobborgo di Edimburgo), che passano la vita tra droghe di ogni tipo, piccoli e grandi crimini, violenza e truffe di ogni genere. Ciò che ha provocato gli attacchi a Trainspotting, è il fatto che tutto questo venga raccontato senza nessun giudizio moralistico, come se fosse normale, e quindi secondo il punto di vista dei personaggi stessi. Attraverso la mia analisi, partendo da una descrizione linguistica del testo, ho cercato di trarre delle conclusioni sul suo significato, di interpretarlo. Ho analizzato tre aspetti di Trainspotting che mi sembravano di estremo interesse. Nel primo capitolo ho affrontato il tema dell’uso dello scozzese nel romanzo, che è l’elemento più peculiare della sua lingua. Innanzitutto ho preso in considerazione la scelta di questo dialetto, e attraverso l’analisi della pagina iniziale del romanzo ho messo in evidenza i vari livelli linguistici (spelling, grammatica e vocabolario) in cui lo scozzese si manifesta, rendendo molto impegnativa la lettura di Trainspotting. Nella seconda parte del capitolo ho analizzato il rapporto che intercorre tra lo scozzese e l’inglese all’interno del romanzo, mostrando come e da chi venga usato lo Standard English, e quale sia il suo ruolo in una situazione in cui la norma è rappresentata dallo scozzese.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

linguistica
linguistica inglese
trainspotting

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi