Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La nozione di ''terrorismo'' nel diritto penale (art.270 ss)

La tesi introduce il fenomeno del terrorismo con il relativo problema della sua definizione e fa cenno alle convenzioni internazionali.Poi vengono analizzati gli artt.270, 270 bis,270 ter e si conclude con la riforma pisanu, ossia la legge 155/2005, la quale disciplina gli artt. 270 quater, 270 quinquies, 270 sexies.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo primo IL FENOMENO DEL TERRORISMO 1. La storia del terrorismo Il terrorismo è nato insieme alla società umana, perché sono sempre esistiti individui o gruppi interessati ad intimorire la società, con lo strumento della violenza, per far valere i propri obiettivi politici, ideologici o religiosi. Infatti da un punto di vista storico si possono individuare varie fasi del terrorismo: - La prima comprende l’antichità ed il medioevo fino alla rivoluzione francese (1789); in questo periodo le azioni terroristiche erano generalmente omicidi contro individui o gruppi e sequestri di persona. - La seconda va dal 1789 al 1855, caratterizzata dal regime di terrore instauratosi durante la rivoluzione francese, ove lo strumento principale di questa epoca fu la ghigliottina. La svolta avvenne con l’attentato a Napoleone III nel 1855, che per la prima volta nella storia ebbe importanti ripercussioni a livello del diritto internazionale, perché in seguito alla fuga degli attentatori in Belgio venne approvata una legge secondo la quale gli attentati contro capi di Stato stranieri o loro familiari non sono da considerarsi reati politici e pertanto i responsabili possono essere estradati. 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Lorena Peluso Contatta »

Composta da 111 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3588 click dal 24/05/2007.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.