Skip to content

Aspetti evolutivi della relazione banca cliente

Informazioni tesi

  Autore: Marco Genovese
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Salerno
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Commercio
  Relatore: Emilio Di tommasi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 114

Attività delle banche, trasparenza delle operazioni e gestione del rapporto con i clienti.
Sono i filoni analizzati nel corso del lavoro, che ha l’obiettivo di focalizzare l’attenzione sui comportamenti degli istituti bancari di oggi, ripercorrendo le tappe legislative e governative in tema di regolamentazione dei rapporti tra banche e clienti.
In particolare, l’esame parte dall’assunto che per circa cinquant’anni la legislazione in materia non ha fatto emergere grandi risultati in termini di innovazione, e soprattutto come le relazioni con la clientela siano andate progressivamente deteriorandosi.
Negli ultimi anni, invece, si è diffusa una maggiore sensibilità sociale rispetto ai comportamenti degli istituti di credito, e tanto il legislatore quanto gli stessi vertici delle banche italiane hanno ritenuto opportuno intervenire con normative chiare.
Il progetto “Pattichiari”, in tale contesto, si pone come una delle conquiste più importanti.
Nel corso del lavoro sono presi in considerazione tutti gli aspetti di “Pattichiari” introdotto nel 2003, con un’ampia adesione da parte del mondo bancario italiano.
In sostanza, tale progetto mira a creare una nuova filosofia nel rapporto con il cliente, improntata alla trasparenza, alla maggiore comunicazione e all’interazione con lo stesso interlocutore.
Un grande sforzo, insomma, che, tra l’altro, non ha trovato completamente indifferenti neanche le associazioni dei consumatori, le quali in qualche modo hanno mostrato di dare il proprio contributo alla sensibilizzazione e al processo di conoscenza di “Pattichiari”.
In primis, tale sistema punta a mettere il cliente in condizione di avere quanta più documentazione possibile in merito ai contratti stipulati con dettagli esplicativi di ogni sorta, fogli informativi e disponibilità di notizie on line.
In tale rinnovato contesto normativo non vanno trascurate le regole relative al sistema del credito al consumo, anch’esso oggi subordinato ad una serie di controlli e soprattutto alla possibilità per l’utente di ricorrere non più necessariamente alle vie giudiziarie, che comporterebbero ulteriori aggravi di costi, bensì avanzare reclami presso organi appositamente preposti.
Ritornando a “Pattichiari” nello specifico, esso si compone di una serie di attività che saranno analizzate singolarmente e che tendono a disciplinare le varie operazioni relative ai movimenti bancari.
Come si diceva, tale sforzo ha previsto anche un notevole impegno da parte degli stessi operatori degli sportelli bancari, che hanno dovuto formarsi al fine di offrire al cliente un servizio soddisfacente.
L’auspicio è che questa operazione riesca nel tempo a convincere davvero i consumatori, atteso che ancora oggi non manca una certa ritrosia rispetto al convincimento della bontà dell’iniziativa.
È da sottolineare, infine, che trattasi di un progetto in itinere, ovvero costituito da una serie di momenti la cui realizzazione è ancora in pieno corso.
Nonostante l’impegno legislativo dei governi che hanno delineato nel tempo una cornice normativa alla quale le banche dovevano conformarsi, e nonostante il grande passo avanti che l’ABI ha compiuto promuovendo il Consorzio Pattichiari, dubbi e perplessità rimangono per quel che riguarda il comportamento delle banche.
Al di là delle promesse, delle progettualità e dei proclami contenuti nell’accordo Pattichiari, gli istituti di credito hanno ancora margine di arbitrarietà e molteplici possibilità di aggirare le prescrizioni concertate.
Il progetto Pattichiari rappresenta indubbiamente il primo stadio di un percorso che si auspica sempre più all’insegna della trasparenza dei servizi, delle condizioni offerte e della consapevolezza nelle scelte.
I presupposti teorici che informano l’accordo sono pregevoli; il nodo critico riguarda piuttosto l’effettiva realizzazione pratica dell’iniziativa.
Agli occhi degli utenti tutto ciò rischia di apparire una mera trovata pubblicitaria se il progetto non si sostanzia quotidianamente ad ogni sportello e in occasione di ogni rapporto banca – cliente.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Introduzione Attività delle banche, trasparenza delle operazioni e gestione del rapporto con i clienti. Sono i filoni analizzati nel corso del lavoro, che ha l’obiettivo di focalizzare l’attenzione sui comportamenti degli istituti bancari di oggi, ripercorrendo le tappe legislative e governative in tema di regolamentazione dei rapporti tra banche e clienti. In particolare, l’esame parte dall’assunto che per circa cinquant’anni la legislazione in materia non ha fatto emergere grandi risultati in termini di innovazione, e soprattutto come le relazioni con la clientela siano andate progressivamente deteriorandosi. Negli ultimi anni, invece, si è diffusa una maggiore sensibilità sociale rispetto ai comportamenti degli istituti di credito, e tanto il legislatore quanto gli stessi vertici delle banche italiane hanno ritenuto opportuno intervenire con normative chiare. Il progetto “Pattichiari”, in tale contesto, si pone come una delle conquiste più importanti. Nel corso del lavoro sono presi in considerazione tutti gli aspetti di “Pattichiari” introdotto nel 2003, con un’ampia adesione da parte del mondo bancario italiano. In sostanza, tale progetto mira a creare una nuova filosofia nel rapporto con il cliente, improntata alla trasparenza, alla maggiore comunicazione e all’interazione con lo stesso interlocutore. Un grande sforzo, insomma, che, tra l’altro, non ha trovato completamente indifferenti neanche le associazioni dei consumatori, le quali in qualche modo hanno mostrato di dare il proprio contributo alla sensibilizzazione e al processo di conoscenza di “Pattichiari”. 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

abi - cicr
banca - cliente
banca d'italia
basilea 2
bersani
chiarezza
condizioni contrattuali
confrontabilità
consob
consumatore
copia contratto
credito
crisi bancaria
documento di sintesi
fogli informativi
iniziative
modifiche contrattuali
obbligazioni
patti chiari
relazioni
risparmio
servizi
testo unico bancario
trasparenza

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi