Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Immigrazione e Diritti Umani: Messico

Lo scopo di questo elaborato è stato quello di illustrare le politiche che intercorrono tra Stati Uniti e Messico in materia di immigrazione.Dopo una breve presentazione delle politiche di ciascun stato si è dato rilevanza all'Operation Gatekeeper e all'abuso dei Diritti Umani da parte delle autorità statunitensi nella zona del confine.
Nel elaborato vengono menzionati varie organizzazioni internazionali, che con il loro lavoro cercano di favorire le rivendicazioni degli immigrati messicani negli Stati Uniti.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Ho preferito iniziare così l’introduzione di questo studio, con un articolo apparso il 18 ottobre del 2006 scritto da Marco d’Eramo, giornalista del Manifesto, dove è stato prima caposervizio degli Esteri, e poi dell’Economia Internazionale. Questo passaggio vuole introdurre il lettore nel cuore della questione che verrà trattata nella tesina. Nei giorni nostri l’opinione pubblica partecipa con interesse ad una serie di conflitti sanguinosi che hanno luogo in tutto il mondo. Il Medio Oriente, ad esempio, rappresenta un pericolo per tutti gli stati che si definiscono come democratici, e che intendono difendere i valori della democrazia. L’immigrazione messicana, di certo non rappresenta un pericolo per la democrazia statunitense, semmai un pericolo per i suoi confini. In ogni modo, lo ritengo un argomento importante non solo per gli Stati Uniti e il Messico, perché la mancanza di rispetto dei diritti umani può avere delle ricadute significative in tutte le democrazie. Per illustrare il rapporto tra immigrazione e diritti umani ho ritenuto conveniente analizzare il passato e il presente dell’immigrazione messicana negli Stati Uniti. La questione dell’immigrazione definisce anche le relazioni tra i due paesi. Il vero flusso di immigrati messicani verso gli Stati Uniti diventa significativo con l’inizio della Rivoluzione Messicana (1910), perché chi emigra cerca di sottrarsi alla situazione di pericolo. Come risposta a questo flusso di immigrati ci sono state varie politiche perseguite dalle amministrazioni statunitensi. L’avvio dell’Operation Gatekeeper, o meglio il muro costruito dagli Stati Uniti, altro non è che un aspetto di quelle politiche con l’obiettivo di tenere sotto controllo il confine. La tesi è divisa in tre capitoli. Il primo capitolo illustra le definizioni di emigrato per poi passare alla spiegazione delle origini e delle cause che hanno spinto la popolazione messicana ad emigrare. Il secondo capitolo tratta le politiche dei due paesi.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Dea Babo Contatta »

Composta da 45 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5574 click dal 20/07/2007.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.