Tra inganni e verità: la corruzione giornalistica in Italia e negli Stati Uniti

La trasparenza nel mondo dell'informazione è fondamentale nel buon funzionamento dei sistemi democratici. Ecco perchè il tema della qualità dell'informazione è al centro del dibattitto di addetti ai lavori e non. Questo studio ha come obiettivo quello di inquadrare il rapporto tra cittadino lettore e giornalisti nel quadro teorico delle teorie neo istituzionaliste e della public choice, mettendo in evidenza le distorsioni e le ambiguità, soffermandosi sul fenomeno della corruzione. Per far questo sono stati comparati i sistemi informativi di Italia e Stati Uniti, mettendo a confronto i relativi casi di corruzione e le diverse caratteristiche del giornalismo nei due paesi.

Mostra/Nascondi contenuto.
IV Introduzione Indro Montanelli, in un intervista rilasciata poco prima della sua morte, dipinse in modo emblematico il rapporto tra il giornalista, il suo editore ed il pubblico:«Oggi non esiste più un solo giornalista che sappia dialogare con il suo editore, tutti hanno paura. Ma sono gli editori che dovrebbero temere i propri giornalisti; dovrebbero temerli perché essi sono i primi difensori della trasparenza dei giornali e garanti della lealtà verso il pubblico». 1 Il settore informativo, ed in particolare il ruolo del giornalista, è uno degli ambiti professionali per i quali più spesso si sente parlare della necessità di un’etica della professione e di garanzie contro la corruzione. Oltretutto il dibattito sulla trasparenza e la lealtà dell’informazione è oggi particolarmente vivace tra gli operatori del settore. L’effettiva qualità professionale del giornalista dipende fondamentalmente dal rispetto dei vincoli legali e dal rispetto dei codici di autoregolamentazione che tracciano in modo chiaro le responsabilità ed i doveri dei giornalisti.La proliferazione di pratiche contrarie ai codici deontologici come la deformazione della realtà o disinformazione e corruzione, rappresentano ostacoli reali al funzionamento delle società democratiche, dato che «paradossalmente, in una società democratica, un’informazione corretta è ancora più necessaria che in una società autoritaria, dittatoriale. 1 I.Montanelli intervistato da E. Biagi durante la trasmissione “il fatto”

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Michael Cantarella Contatta »

Composta da 147 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2286 click dal 07/06/2007.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.