Skip to content

Il concetto culturale e sociale di onore dalle "comedias" di Lope de Vega ai racconti popolari siciliani

Informazioni tesi

  Autore: Eugenio Bognanni
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Raffaella Odicino
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 71

Questo scritto nasce – quasi come una provocazione – da uno studente che è nato e vissuto in una terra, la Sicilia, pesantemente segnata da un codice mafioso che vuol essere un “codice d’onore” di antiche tradizioni.
Tale trattazione parte dalla constatazione che spesso la vita è un enigma perennemente giocato tra l’essere e l’apparire, talora può risultare più utile ragionare sull’inesistente che sull’esistente.
Così se è vero, come ha notato Michael Herzfeld, che l’onore è una falsa categoria inventata da certi antropologi , è anche vero che una riflessione su tale categoria costituisce un terreno privilegiato per significative acquisizioni sul piano della conoscenza dell’universo ideologico e culturale delle maggiori società mediterranee.
Il concetto di onore ha consentito talvolta agli studiosi di scienze sociali di affermare una ipotetica unità culturale tra Spagna e Sicilia.
I geografi insistono legittimamente sui caratteri comuni dell’area del Mare Nostrum, un mare compresso dal deserto, che lo lambisce dal sud della Siria al sud della Tunisia, e appoggiato all’Europa. Le grandi società (spagnola e siciliana) che vi si affacciano in età moderna sono simili perché dominate dalla stessa trinità di grano, vino ed olio, infatti “hanno i medesimi granai, le medesime cantine, i medesimi frantoi, le medesime tradizioni agrarie e culturali, spesso le medesime preoccupazioni quotidiane”.
Anche gli antropologi, nonostante riconoscano le molteplicità degli aggregati sociali dell’area presa in considerazione, insistono nel vedervi un “tutto unico”, perché “nel corso dei millenni i suoi abitanti hanno conquistato, colonizzato, commerciato, hanno amministrato, si sono sposati tra loro, in contatti continui e inevitabili”.
Dunque il fine perseguito da questo elaborato è proprio quello di esaltare ed approfondire, anche attraverso l’analisi di testi e documenti letterari, drammaturgici e della tradizione popolare, le affinità culturali e sociali, incastonate nel complesso sistema onorifico che caratterizza tanto la Spagna, quanto la Sicilia.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Il concetto culturale di onore L’onore viene legato, nell'opinione comune, all'ambito familiare e soprattutto a quello della vigilanza sulla sessualità femminile. Prima di discutere questo punto bisogna premettere che in tutte le società patrilineari (come quella spagnola e siciliana), in cui il nome e il patrimonio vengono trasmessi preferibilmente seguendo linee maschili, occorre garantire la legittimità della prole, affinché i beni non passino a figli con un sangue diverso da quello del padre. Quindi, la sorveglianza dell'onore sessuale delle donne servirebbe a tutelare la continuità e la forza dei lignaggi. Tuttavia, gli studi storici e antropologici che hanno inserito l'onore all'interno del sistema di azioni concretamente praticate dagli individui e dalle famiglie hanno potuto accertare che i valori onorifici non costituiscono, in Sicilia come in Spagna, un codice rigido e immodificabile. L'onore degli uomini, messo in rapporto con la loro capacità di sorvegliare la sessualità delle proprie donne, e l'onore delle donne, docili e disponibili alla segregazione, sono in realtà sempre in rapporto con la valutazione pubblica da parte del gruppo di appartenenza, sia esso la comunità, il quartiere, la parentela, in un flusso, appunto, di relazioni che costruiscono e distruggono la fama. “Le qualità interne che costituiscono l'onore (per gli uomini, ad esempio, la capacità di sorvegliare le donne, e per le donne la negazione della propria libertà sessuale) – ha scritto Giovanna Fiume - necessitano di un riconoscimento anche agli occhi altrui,

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

giufà
lope de vega
onore
onore spagnolo
racconti siciliani
sicilia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi