Skip to content

Il Potere Estero delle Regioni: il caso Sicilia

Informazioni tesi

  Autore: Antonio Merenda
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Politica e Relazioni Internazionali
  Relatore: Stefania Panebianco
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 84

Il sistema delle relazioni internazionali tradizionalmente inteso riconosce lo Stato come soggetto principale del diritto internazionale. In questo contesto sono due le dimensioni preponderanti: quella che fa riferimento alla sovranità statale sul territorio nazionale e quella internazionale in cui gli Stati interagiscono tra loro senza però violare il divieto di ingerenza reciproca nei rispettivi affari interni. Il sistema internazionale, però, è in continuo divenire e da un ventennio a questa parte ha subito evoluzioni significative, frutto dello stravolgimento di fattori sia economici che sociali e di conseguenza politici. La dimensione locale delle relazioni internazionali, rappresentata dall’attività delle unità substatali, rappresenta oggigiorno un mainstreaming impossibile da trascurare. Le regioni, nello specifico, rivestono un ruolo primario del suddetto trend in quanto, entro i loro confini, si sono consolidati nella storia assetti istituzionali frutto di eventi propri di quel determinato territorio. In particolare, le regioni d’Europa sono emerse con forza a livello continentale e rivendicano un ruolo importante sullo scenario comunitario attraverso la costruzione di una fitta rete di relazioni fra loro per meglio perseguire i propri interessi. E’ possibile, quindi, parlare di un ‘terzo livello’ delle relazioni internazionali? Quali sono i canali attraverso cui le regioni esercitano il loro potere estero ? Ed in cosa consiste nello specifico questo potere?
A tali interrogativi si cercherà di dare una risposta attraverso lo studio di un caso empirico: quello della Regione Sicilia. Esplorando il suo delicato passaggio dalla dimensione puramente locale a quella internazionale, si metterà in evidenza sia problematiche che sono proprie del contesto siciliano ma anche potenzialità celate che possono rappresentare un valore aggiunto per l’intero sistema paese.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Il potere estero delle regioni è una tematica fondamentale degli studi sul federalismo statale. L’autonomia di cui le regioni dispongono in ambito internazionale ci impone, quindi, un’attenta riflessione a tal riguardo. Se è vero che territorialiazzazione ed internazionalizzazione sono i processi principali attraverso cui è possibile affrontare le sfide della competizione globale, è anche vero che le democrazie cosiddette mature affrontano in modo diverso tale questione. In particolare, all’interno dell’Unione Europea è interessante rilevare come stati dotati di una struttura tendenzialmente federale stiano concedendo sempre maggior autonomia alle unità sub-statali che lo compongono e che quelli storicamente centralisti abbiano da un po’ di tempo a questa parte adeguato il proprio assetto istituzionale alle esigenze imposte dalla modernità. Ci si chiede, quindi, se la progressiva ristrutturazione degli assetti istituzionali all’interno di ciascuno stato possa basarsi su un modello unico e prestabilito valevole per tutti oppure se in alcuni casi diventa auspicabile una sorta di federalismo temperato costruito sul concetto di democrazia multilivello. Questa seconda ipotesi, inoltre, non riguarda meramente gli affari domestici di uno stato bensì il biglietto da visita di questo all’interno di una società internazionale ed in particolare europea che promuove la valorizzazione del particolare e delle diversità. A questo punto è d’obbligo interrogarsi sui diversi ruoli che i diversi soggetti del “mondo regione” (istituzioni, cittadini, terziario, industria) debbano o possano ricoprire al fine di vincere le sfide che la globalizzazione pone. Ci si soffermerà poi, nel terzo capitolo, sull’analisi di una regione italiana quale la Sicilia. Il motivo è semplice: quanto più deboli sono gli equilibri su cui si regge il sistema democratico tanto più grande è il margine entro cui poter intervenire al 5

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

potere estero
regione sicilia
regioni

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi