Skip to content

The East Asian financial crisis: the China's and India's examples

Informazioni tesi

  Autore: Nicola Ferraris
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2006-07
  Università: ESCP-EAP EuropeanSchool of Management
  Facoltà: Economia
  Corso: Business Administration
  Relatore: Jyoti Gupta
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 119

Thailand, Indonesia, South Korea, Malaysia and Philippines are countries, which, from the early 1990’s till 1996-1997, experienced high GDP growth accompanied by an increasing degree of openness, foreign direct and portfolio investments, accumulation of cheapest external debt and a general worsening of the external position. This situation became progressively unsustainable, ending up in the exacerbation of one of the most powerful financial crisis in the recent history. The major causes identified point the finger to structural weaknesses of the Asian economies, moral hazard behaviour, creditors’ panic, exchange rate devaluation or balance sheet problems of Asian banks and firms. The analysis of the crisis based on primary macroeconomic data shows several issues existing in the five Asian countries took into consideration. They are subdivided into external position, debt position, competitiveness, investment, and political and policy issues. The outcome of this analysis shows that there were effectively several reasons that could justify the financial turmoil. The same framework is then applied to China and India. These two countries experienced just a slow down in growth, far from a financial disaster. The analysis shows that there were motivations, especially linked to internal policies and a more prudent attitude to debt management and foreign trade that allowed the two countries to avoid the worst consequences of the crisis. The Chinese and Indian examples show how, in a transition from financial repression to financial liberalization, policies avoiding large current account deficits, financed through short term and uncontrolled capital inflows, should be put in place. Moreover they underline how a comprehensive regulation is needed at a corporate and banking level as well as a wise debt management. China and India are now playing a leading role in the world economy having a huge amount of resources and exploiting them to sustain high growth rates. The entire Asian continent can benefit from this situation, shifting the world economic power towards that region.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
European Research Project Nicola Ferraris Jyoti Gupta E040482 2 EXECUTIVE SUMMARY (1) Thailand, Indonesia, South Korea, Malaysia and Philippines are countries, which, from the early 1990’s till 1996-1997, experienced high GDP growth accompanied by an increasing degree of openness, foreign direct and portfolio investments, accumulation of cheapest external debt and a general worsening of the external position. This situation became progressively unsustainable, ending up in the exacerbation of one of the most powerful financial crisis in the recent history. The major causes identified point the finger to structural weaknesses of the Asian economies, moral hazard behaviour, creditors’ panic, exchange rate devaluation or balance sheet problems of Asian banks and firms. The analysis of the crisis based on primary macroeconomic data shows several issues existing in the five Asian countries took into consideration. They are subdivided into external position, debt position, competitiveness, investment, and political and policy issues. The outcome of this analysis shows that there were effectively several reasons that could justify the financial turmoil. The same framework is then applied to China and India. These two countries experienced just a slow down in growth, far from a financial disaster. The analysis shows that there were motivations, especially linked to internal policies and a more prudent attitude to debt management and foreign trade that allowed the two countries to avoid the worst consequences of the crisis.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

deficit
fmi
imf
india
portfolio
globalisation
financial
institutions
china
data
korea
philippines
crisis
debt
banks
macroeconomic
financial crisis
investiments
moral
thailand

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi