Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il project financing per la realizzazione di grandi opere il caso unità spinale unipolare del CTO M. Adelaide di Torino

Il project financing, ovvero la finanza di progetto, è l’applicazione di una precisa e differente visione di come debba articolarsi, da un punto di vista economico finanziario, la strutturazione di un finanziamento per la realizzazione di un intervento, del tutto diversa rispetto alla tradizionale e ormai matura visione nella quale il sistema creditizio finanzia l’apparato industriale essenzialmente in considerazione del valore e della garanzia offerta dalla singola impresa finanziata, a volte disinteressandosi degli interventi che si vanno a finanziare.
Ciò che può essere considerata la vera rivoluzione introdotta con il project financing consiste invero nel concedere il credito a singole operazioni proposte al sistema finanziario con un sostanziale disinteresse per la struttura patrimoniale del soggetto richiedente il credito, questo può avvenire in virtù del fatto che la garanzia del rientro del patrimonio erogato trova il suo fondamento sul valore della singola iniziativa, piuttosto che sul valore del patrimonio del soggetto richiedente, e sulla capacità della stessa di generare un flusso di cassa tale da servire il debito e garantire una soddisfacente remunerazione del capitale di rischio in esso investito.
Una delle caratteristiche del project financing è dunque il fatto che la specifica iniziativa viene valutata sotto un profilo meramente oggettivo, ovvero essenzialmente in funzione dell’analisi della redditività potenziale del singolo progetto e dei flussi di cassa che esso è in grado di generare, i quali come già anticipato costituiscono la garanzia primaria per il servizio del debito.
Per quanto riguarda lo sviluppo di tale forma di finanziamento, una delle principali cause che ne ha favorito la diffusione è stato il passaggio da un’economia nella quale l’intervento pubblico era molto accentuato a un’economia sempre più di mercato con conseguente privatizzazione di numerosi settori precedentementenazionalizzati o comunque controllati dalla mano pubblica, nonché la forte crescita della domanda di infrastrutture e la necessità di contenere l’indebitamento pubblico che caratterizza le economie dei paesi Industrializzati e dunque anche l’Italia.

Mostra/Nascondi contenuto.
1Introduzione Il project financing, ovvero la finanza di progetto, è l’applicazione di una precisa e differente visione di come debba articolarsi, da un punto di vista economico fi- nanziario, la strutturazione di un finanziamento per la realizzazione di un inter- vento, del tutto diversa rispetto alla tradizionale e ormai matura visione nella quale il sistema creditizio finanzia l’apparato industriale essenzialmente in consi- derazione del valore e della garanzia offerta dalla singola impresa finanziata, a volte disinteressandosi degli interventi che si vanno a finanziare. Ciò che può essere considerata la vera rivoluzione introdotta con il project fi- nancing consiste invero nel concedere il credito a singole operazioni proposte al sistema finanziario con un sostanziale disinteresse per la struttura patrimoniale del soggetto richiedente il credito, questo può avvenire in virtù del fatto che la garanzia del rientro del patrimonio erogato trova il suo fondamento sul valore della singola iniziativa, piuttosto che sul valore del patrimonio del soggetto ri- chiedente, e sulla capacità della stessa di generare un flusso di cassa tale da servi- re il debito e garantire una soddisfacente remunerazione del capitale di rischio in esso investito. Una delle caratteristiche del project financing è dunque il fatto che la spe- cifica iniziativa viene valutata sotto un profilo meramente oggettivo, ovvero es- senzialmente in funzione dell’analisi della redditività potenziale del singolo pro- getto e dei flussi di cassa che esso è in grado di generare, i quali come già anticipato costituiscono la garanzia primaria per il servizio del debito. Per quanto riguarda lo sviluppo di tale forma di finanziamento, una delle prin- cipali cause che ne ha favorito la diffusione è stato il passaggio da un’economia nella quale l’intervento pubblico era molto accentuato a un’economia sempre più di mercato con conseguente privatizzazione di numerosi settori precedentemente nazionalizzati o comunque controllati dalla mano pubblica, nonché la forte cre- scita della domanda di infrastrutture e la necessità di contenere l’indebitamento

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giuseppe Montalbano Contatta »

Composta da 197 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 951 click dal 20/06/2007.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.