Skip to content

Turismo sostenibile: una proposta alberghiera

Informazioni tesi

  Autore: Federico Mantovan
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Conservazione dei Beni Culturali
  Corso: Antropologico ambientale
  Relatore: Francesco Vallerani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 94

Questo lavoro nasce da un personale interesse per i viaggi e per il mondo del turismo. Le possibilità di scoperta e confronto di realtà geografiche ed antropiche differenti sono aspetti di tale settore che mi affascinano ed entusiasmano.
Ma da viaggiatore ed osservatore, per quanto in erba, ho notato che esiste una faccia molto pericolosa del turismo. In effetti il turismo, un’ industria tra le più rilevanti e solide nel mondo, è anche tra le più impattanti sull’ambiente e sulla società.
Ho notato però che si è soliti considerarla, assieme al mondo dell’ospitalità alberghiera, principalmente materia economica. Mi fu infatti obiettato da più parti che il presente lavoro doveva essere svolto più da un esperto di marketing che da uno studente di beni culturali. Questo settore, tra i più complessi e affascinanti della nostra società, coinvolge invece in maniera eccezionale elementi culturali, sociali, ambientali e politici, oltre che economici.
Dunque nel presente lavoro, partendo da dati macroeconomici, ho analizzato innanzitutto l’importanza del turismo, identificando i soggetti coinvolti in tale industria e in particolare gli impatti che questa è in grado di produrre sull’ambiente e sulle società (quelle visitate ma anche quelle che visitano) che coinvolge.
Successivamente ho analizzato una possibile forma di turismo alternativo, cioè il turismo sostenibile. Partendo da una panoramica sulle principali Carte e Conferenze, ho esposto i principi su cui si basa e su cui si sviluppa, considerando in particolare la sua applicazione al contesto italiano. Ho cercato di evidenziare, attraverso dati quantitativi e qualitativi forniti da studi specialistici, l’esistenza di una domanda turistica in ascesa interessata a scoprire la cultura del luogo, assieme a tutti i derivati dell’unione di questa col territorio: i prodotti tipici, le ricette gastronomiche, l’artigianato, ed il paesaggio, oltre che gli elementi architettonici come monumenti ed edifici storici.
Quindi ho rivolto la mia attenzione verso l’elemento di cui avrebbe maggiormente bisogno l’Italia: un sistema turistico alberghiero attento al territorio e alla cultura del luogo. Ho dunque esposto gli elementi che ritengo necessari per rispondere a tale domanda turistica. Tra questi l’informazione rappresenta un elemento fondamentale per trasformare il viaggio in scoperta; a tal fine l’albergo dovrebbe poter fornire tutti gli strumenti necessari al turista per informarsi e conoscere il territorio, coadiuvato da un personale alberghiero preparato a consigliare ed a indirizzare il cliente su orari, visite e siti di particolare pregio. La struttura alberghiera dovrà essere di piccole dimensioni, per poter agevolare il dialogo e creare una struttura meglio integrata nel contesto. Infatti ritengo buona pratica il riutilizzo di strutture preesistenti, in sintonia quindi con l’intorno. Tuttavia dovrà anche osservare una serie di criteri di eco-compatibilità, promuovendo di conseguenza i principi della sostenibilità ambientale, elementi a cui tale clientela generalmente è già predisposta. Tale tipologia di albergo dovrà sorgere in borghi o piccoli paesi limitrofi a città d’arte, in quei contesti cioè poco considerati dal turismo, ma che in realtà conservano grandi patrimoni storico-artistici e di ottime tradizioni eno-gastronomiche.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Questo lavoro nasce da un personale interesse per i viaggi e per il mondo del turismo. Le possibilit di scoperta e con fronto di realt geografiche ed antropiche differenti sono aspetti di tale settore che mi affascinano ed entusiasmano. Ma da viaggiatore ed osservatore, per quanto in erba, ho notato che esiste una faccia molto pericolosa del turismo. In effetti il turismo, un industria tra le piø rilevanti e solide nel mondo, Ł anche tra le piø impattanti sull ambiente e sulla societ . Ho notato per che si Ł soliti considerarla, assiem e al mondo dell ospitalit alberghiera, principalmente materia economica. Mi fu infatti obiettato da piø parti che il presente lavoro doveva essere svolto piø da un esperto di marketing che da uno studente di beni culturali. Questo settore, tra i piø complessi e affascinanti della nostra societ , coinvolge invece in maniera eccezionale elementi culturali, sociali, ambientali e politici, oltre che economici. Dunque nel presente lavoro, partendo da dati macroeconomici, ho analizzato innanzitutto l importanza del turismo, identificando i soggetti coinvolti in tale industria e in particolare gli impatti che questa Ł in grado di produrre sull ambiente e sulle societ (quelle visi tate ma anche quelle che visitano) che coinvolge. Successivamente ho analizzato una possibile forma di turismo alternativo, cioŁ il turismo sostenibile. Partendo da una panoramica sulle principali Carte e Conferenze, ho esposto i principi su cui si basa e su cui si sviluppa, considerando in particolare la sua applicazione al contesto italiano. Ho cercato di evidenziare, attraverso dati quantitativi e qualitativi forniti da studi specialistici, l esistenza di una domanda turistica in ascesa interessata a scoprire la cultura del luogo, assieme a tutti i derivati dell unione di questa col territorio: i prodotti tipici, le ricette gastronomiche, l artigianato, ed il paesaggio, oltre che gli elementi architettonici come monumenti ed edifici storici.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

alberghi
borgo
compatibilità alberghiera
cultura alberghiera
industria turistica
paesaggio turistico
turismo
turismo sostenibile
viaggio

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi