Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lettura e scrittura nell'immaginario comico di Aristofane (Lisistrata, Tesmoforiazuse, Rane, Ecclesiazuse, Pluto)

Analisi filologico-letteraria di passi significativi delle ultime cinque commedie pervenute del commediografo greco Aristofane nei quali emerga il riferimento alla lettura e alla scrittura, e ai metodi della loro diffusione in una società complessa -quale era quella di Atene fra il V e IV secolo a.C.- alle prese con il progressivo e inesorabile passaggio da una cultura prevalentemente orale ad una in cui la scrittura verrà a costituire lo strumento privilegiato e imprescindibile per la trasmissione del sapere.

Mostra/Nascondi contenuto.
PREMESSA

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Gioacchino Dell' Aquila Contatta »

Composta da 352 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2644 click dal 20/06/2007.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.