Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Interventi di comunicazione organizzativa nei processi di cambiamento

La comunicazione organizzativa è lo strumento su cui fare leva nei momenti di difficoltà, crisi e cambiamento in azienda poichè è in grado di fornire un contributo fondamentale alla costruzione di un clima di benessere e minore incertezza nell'organizzazione.
Il cambiamento, inteso come fenomeno strutturale e non episodico del sistema, ma pure di guidare tale cambiamento e non limitarsi a subirlo con il rischio sempre presente di venirne travolti. Cambiare è un processo complesso ed è complesso ed è un processo ed è pertanto necessario capirne le fasi, i problemi e le condizioni per averne successo.
Gestire il cambiamento significa affrontare in modo consapevole, pianificato, strutturato, un processo in cui mutano le regole del gioco, cioè la natura e il sistema di relazioni che disciplinano i rapporti tra gli stakeholders aziendali.
L'approfondimento del tema si conclude con la trattazione di un caso aziendale: la fusione per incorporazione tra Allianz , leader mondiale nel mercato assicurativo, e Ras. L'inclusione di un caso pratico all'interno della tesi è molto utile alla comprensione del fenomeno, in quanto riporta degli esempi specifici per ognuno degli argomenti trattati nei capitoli precedenti.
In particolare questa importante fusione, che si è conclusa il 1 ottobre 2007, è destinata a riorganizzare negli anni l'intero quadro del mercato assicurativo in Italia.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione L’economia è caratterizzata da un grado elevato di dinamicità. Da un certo punto di vista la scienza aziendale può essere assimilata alle scienze naturali che tendono alla ricerca della comprensione dei fenomeni e delle loro cause in modo tale da fornire utili informazioni a chi deve operare fattivamente. Il problema che assume particolare attualità attiene ai fenomeni collegati al cambiamento e alle sue dinamiche. Parlando di cambiamento , occorre riconoscere che la dinamica della realtà economica , sociale e politica in cui operano le imprese appare aver subito un’accelerazione molto superiore a quella manifestatasi nel passato. Questa circostanza impone non solo di riconoscere il cambiamento, inteso come fenomeno strutturale e non episodico del sistema, ma pure di guidare tale cambiamento e non limitarsi a subirlo con il rischio sempre presente di venirne travolti. Cambiare è un processo complesso ed è pertanto necessario capirne le fasi , i problemi e le condizioni per averne successo. Gestire il cambiamento significa affrontare in modo consapevole, pianificato, strutturato , un processo in cui mutano le regole del gioco, cioè la natura e il sistema di relazioni che disciplinano i rapporti tra gli stakeholders aziendali. I fattori esterni e interni in grado di determinare un cambiamento nell’organizzazione sono, tra gli altri: la globalizzazione, l’innovazione tecnologica, le fusioni e le acquisizioni, l’estensione della filiera, le questioni ambientali, ecc. In questo contesto dinamico e mutevole, la comunicazione organizzativa è andata assumendo un’importanza progressivamente crescente tanto che da strumento marginale per l’immagine aziendale, la comunicazione è divenuta elemento centrale per il governo dell’impresa e parte integrante dell’organizzazione , fornendo un valido supporto al raggiungimento di diverse finalità e obiettivi. Infatti, le organizzazioni più evolute necessitano di supporti

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Giovanna Boleso Contatta »

Composta da 185 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4610 click dal 03/07/2007.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.