Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ruolo dell'immagine nell'attività dei cantastorie. La cartellonistica di Franco Trincale.

Scopo di questa ricerca è stato quello di comprendere l'importanza dell'immagine nell'attività dei cantastorie. Oltre ai cartelloni si sono brevemente analizzati anche i fogli volanti, ovvero fogli decorati con immagini e su cui venivano stampati i testi delle storie raccontate. Inoltre ho intervistato Franco Trincale, ultimo cantastorie siciliano ancora attivo per meglio comprendere il rapporto "cantastorie-cartellone", come questi vengono eseguiti e il ruolo che hanno durante l'esibizione in piazza.

Mostra/Nascondi contenuto.
IV INTRODUZIONE Questa ricerca vuole mettere in risalto una realtà marginale, per molti affatto sconosciuta o magari semplicemente sottovalutata, ovvero quella dei cantastorie e dei loro cartelloni, grazie anche all’esperienza dell’ultimo cantastorie siciliano ancora attivo: Franco Trincale. La scelta di scoprire quanto l’immagine fosse importante nel treppo 1 dei cantastorie, soffermandosi in particolare sull’attività di Trincale, è basata su due fattori importanti: il primo consiste nel fatto che Franco Trincale è l’ultimo che continua a portare avanti l’attività dei cantastorie siciliani, secondo la tradizione appresa dai maestri Orazio Strano e Ciccio Busacca; il secondo motivo consiste nel fatto che agli esordi Trincale non avesse l’abitudine di utilizzare i cartelloni e capì a sue spese quanto ciò rendesse più difficile attirare il pubblico e mantenerne viva l’attenzione. La tesi è articolata in tre capitoli e in un’appendice fotografica. Il primo capitolo illustra una breve panoramica relativamente ai progenitori della figura del cantastorie, come i cantori epici, gli orbi in epoca medievale e le farse carnevalesche, per terminare con uno sguardo a quei nomi che nel secolo scorso segnarono in modo indelebile quella 1 “Treppo” nel gergo degli artisti di strada è l’attività volta al richiamo del pubblico.

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Orsola Giannoni Contatta »

Composta da 51 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1568 click dal 27/06/2007.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.