Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Neuroscienze e teologia: un confronto sulle posizioni di J.P. Changeux

Le neroscienze hanno posto in discussione il riferimento al trascendente, nella pretesa di poter esplicitare la complessità dell'uomo nell'orizzonte della materia e dei meccanismi biologici. La tesi intende confrontare i dati derivanti dall'autore dell' uomo neuronale con la riflessione teologica sull'uomo per esprimere una valutazione critica.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 I N T R O D U Z I O N E Le Chiese che sono in Italia hanno colto, attraverso le indicazioni dei loro pastori, stimoli nuovi alla riflessione teologica provenienti dal mondo delle scienze e delle tecniche. Così l’episcopato italiano traccia le linee di questo confronto: “Anche lo sviluppo della scienza e della tecnica presenta aspetti positivi da cogliere e valorizzare. L’uomo che si spinge avanti nelle vie del sapere scientifico si trova di fronte a domande non di tipo tecnico, e tuttavia ineludibili, che riguardano il fondamento e il senso dell’esistenza. Si aprono frontiere nuove, legate in particolare a un rapporto inedito dell’uomo con il corpo, oscuro ancora però negli esiti.” 2 Da queste sottolineature sono passati quattro anni e, ormai prossimi alla celebrazione del decennale Convegno Ecclesiale di Verona, il comitato preparatorio, con toni più preoccupati, così si esprime sull’argomento: “Nel tramonto di un’epoca segnata da forti conflittualità ideologiche, emerge un quadro culturale e antropologico inedito, segnato da forti ambivalenze e da un’esperienza frammentata e dispersa. Nulla appare veramente stabile, solido, definitivo.” 3 Queste due voci colgono adeguatamente l’emergere di una questione antropologica; l’evidenziarsi di nuove prospettive circa l’identità stessa dell’uomo, che non rendono più univoca la risposta sulla sua natura. Nell’ambito delle scienze, le cui ricerche mettono in risalto la necessità di un approfondimento antropologico, va sicuramente evidenziato l’apporto dato dalle neuroscienze. Ad esse va il merito di provocare il sapere attorno 2 CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA (CEI), Comunicare il Vangelo in un mondo che cambia, Paoline, Milano 2001, n. 38. 3 COMITATO PREPARATORIO DEL IV CONVEGNO ECCLESIALE NAZIONALE, Testimoni di Gesù Risorto, speranza del mondo, Paoline, Milano 2005, n. 1.

Laurea liv.I

Facoltà: Istituto teologico marchigiano

Autore: Luca Bottegoni Contatta »

Composta da 94 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1967 click dal 02/07/2007.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.