Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La giustizia distributiva come eguaglianza

Nel dibattito italiano la riforma del welfare è stata caratterizzata dal Trade Off tra efficienza ed equità, giustizia e redistribuzione. Ancor prima di un nuovo modello di stato sociale occorre precisare che cosa s intende per giustizia ed equità. La tesi mostra , attraverso autorevoli studiosi come RAWLS, SEN, DAHRENDORF, POLANY e WALZER, la diversità dei contenuti dei termini utilizzati. Si precisa così che ogni riforma deve prima sciogliere il nodo filosofico-concettuale che sottende le parole chiave di un nuovo stato sociale.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE I.1 PREMESSA La riforma dello Stato sociale in Italia è stato l'argomento attorno al quale si sarebbe dovuta sviluppare questa tesi, pensata a pochi mesi dall'uscita delle conclusioni del lavoro della Commissione per l'analisi delle compatibilità macroeconomiche della spesa sociale (nota come Commissione Onofri). Per come si stava sviluppando il dibattito tra politici e tra esperti, sembrava si fosse a un punto di svolta per la futura configurazione dello Stato sociale. A partire dalla Relazione finale 1 e dagli studi specifici sui singoli settori, che quella Commissione aveva prodotto, si avviò un itinerario di ricerca centrato sulla conoscenza del Welfare italiano, anche in una prospettiva comparata. Emergeva evidente, che l'esigenza di riforma era legata a problemi di sostenibilità finanziaria. La causa immediata era di origine contabile. Le soluzioni dovevano, dunque, incidere sui saldi finanziari. Il problema è, però, che le soluzioni non sono neutre. Non lo sono, perché le nostre società hanno legato il benessere degli individui al sistema di welfare, creando degli strumenti di giustizia distributiva per rendere effettive le enunciazioni di alcuni diritti. La stessa Commissione Onofri ha evidenziato, prioritariamente, le storture del nostro sistema e l'aspetto finanziario delle soluzioni di riforma, lasciando a 1 del 28/02/1997

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Luca Bottegoni Contatta »

Composta da 164 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2732 click dal 04/07/2007.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.