Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le cellule di Kupffer degli Anfibi

Le cellule di Kupffer degli Anfibi sono dei particolari macrofagi deputati oltre che alla fagocitosi anche alla sintesi di melanina.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE I macrofagi sono cellule che si sono distribuite in diverse sedi dell’organismo dove possono assumere differenze morfologiche caratteristiche, relative all’adattamento a specifiche condizioni ambientali. Tra le varie denominazioni che si sono utilizzate nel tempo per indicare queste particolari cellule, oggi si preferisce l’espressione “sistema dei macrofagi”, per ricomporre in un insieme unitario tali tipi cellulari apparentemente diversi. Le cellule del sistema dei macrofagi sono identificabili per la loro capacità di assumere vitalmente coloranti colloidali e sono tutte dotate di capacità fagocitaria. Altre importanti proprietà distintive degli elementi costitutivi di questo sistema sono: la capacità di legare alla loro superficie gli anticorpi e il complemento, proprietà importanti nella fase di adesione della fagocitosi; e soprattutto la comune origine dai monociti circolanti del sangue. Le cellule del sistema dei macrofagi vengono rapidamente attivate da vari agenti infettivi ed antigenici reagendo con una rapida proliferazione, una vivace motilità ed una intensa attività fagocitaria. Esse costituiscono un sistema fisiologico 3

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Marzia Giorgio Contatta »

Composta da 39 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 788 click dal 11/07/2007.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.