Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La tutela previdenziale degli sportivi professionisti

Questo studio si propone di esaminare da vicino il sistema di tutela previdenziale degli sportivi professionisti, sia da un punto di vista storico che da un punto di vista normativo, evidenziando i vari passaggi che hanno permesso agli atleti professionisti il riconoscimento di una tutela sanitaria, infortunistica e pensionistica al pari di ogni altro lavoratore.
Idealmente questo lavoro è suddiviso in due sezioni. La prima sezione è dedicata innanzitutto ad un esame sintetico dei soggetti dell'ordinamento sportivo, che danno luogo ad una sorta di struttura piramidale che vede al vertice il C.O.N.I. e poi a scalare verso il basso le Federazioni sportive nazionali, le società sportive ed alla base gli atleti, autentica cellula primaria e fondamentale dell'assetto sportivo agonistico.
Maggiore attenzione viene poi prestata all'evoluzione storica e alla disciplina della L. n. 91/1981.
Sotto il primo profilo, partendo dai tentativi iniziali di dottrina e giurisprudenza per una qualificazione giuridica del rapporto di lavoro sportivo, si giunge al primo vero intervento legislativo avvenuto con il D.L. n. 367/1978, cui fa seguito il disegno di legge (atto senato n. 400) presentato il 26.10.1979 che costituisce premessa alla successiva legge sul professionismo sportivo.
Sotto il secondo profilo, vengono analizzati i primi 6 articoli del Capo I della L. n. 91/1981, che riguardano l'attività sportiva, il professionismo sportivo, la prestazione sportiva dell'atleta, la disciplina del lavoro subordinato, la cessione del contratto ed il premio di addestramento e formazione tecnica.
Una breve parentesi è infine dedicata alla questione degli ingaggi degli sportivi professionisti.
La seconda sezione si occupa in maniera particolareggiata dell'analisi del sistema previdenziale degli sportivi professionisti.
Premessa indispensabile è la breve trattazione del sistema giuridico di previdenza sociale in generale, sia con riferimento al suo excursus storico che agli elementi del rapporto di assicurazione sociale (soggetti, oggetto, contenuto) Segue poi l'esame vero e proprio della tutela previdenziale degli atleti professionisti.
Innanzitutto si parte dall'evoluzione storica della tutela: dall'istituzione nel 1934 della Cassa Interna di Previdenza per gli infortuni degli atleti alla L. n. 366/1973, che ha esteso ai giocatori e agli allenatori di calcio il beneficio delle prestazioni di assistenza di malattia e pensionistiche, per finire con la L. n. 91/1981 che ha poi esteso tale beneficio a tutti gli sportivi professionisti. Ci si occupa di seguito della trattazione dei vari istituti di tutela: la tutela sanitaria (con una parentesi dedicata al fenomeno del doping), la tutela infortunistica (con un approfondimento inerente lo sport del calcio)e la tutela pensionistica (con le proposte avanzate dall'Associazione Italiana Calciatori) vengono esaminate alla luce della disciplina legislativa che emerge dagli artt. 7-8-9 della L. n. 91/1981, tenendo conto da ultimo delle importanti innovazioni introdotte, con riferimento alla pensione, dal D. Lgs. n. 503/1992 e soprattutto dal D. Lgs. n. 166/1997, attuativo della delega conferita al Governo dalla L. n. 335/1995, di riforma del sistema pensionistico.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Lo sport in Italia, agli albori considerato come semplice attività ludica, ha subito nel corso dei decenni notevoli cambiamenti, tali da farne oggetto di studio da parte non solo della sociologia e dell'economia, ma soprattutto del diritto. Con riferimento a quest'ultimo aspetto ha assunto grande importanza l'attenzione che dapprima la dottrina e la giurisprudenza, ed in seguito il legislatore italiano hanno dedicato all'organizzazione dello sport agonistico, fino a giungere all'emanazione della legge-quadro 23.3.1981 n. 91 sul professionismo sportivo, la prima legge che ha disciplinato compiutamente, anche se a volte in maniera disorganica, i rapporti tra società sportive e atleti professionisti. Questo nostro studio si propone di esaminare da vicino il sistema di tutela previdenziale degli sportivi professionisti, sia

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Maurizio Lattaruli Contatta »

Composta da 212 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4388 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 27 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.