Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Pari opportunità e carriere al femminile: le donne dirigenti nel settore bancario, il caso BNL

Nonostante l’elevata femminilizzazione del mercato del lavoro e la presenza di diffuse politiche egualitarie: le pari opportunità, o più di recente, il diversity management, l’empowerment ed il gender mainstreaming, le carriere femminili risultano ancora fortemente limitate. Minima infatti è la presenza delle donne nei luoghi decisionali e di potere, a conferma di quella non effettiva “cittadinanza” che il genere femminile dovrebbe essersi conquistata nel mondo del lavoro.
Da qui, l’interesse di studiare quella particolare categoria protetta di donne dirigenti che sono riuscite a farsi breccia in quel soffitto di cristallo (limite invisibile ma di fatto esistente che blocca le carriere femminili al di sotto dei vertici aziendali), in un settore notevolmente rigido, chiuso come quello bancario e nel quale risultano essere ancora delle rarità. Quali le passioni e le fatiche dell’essere “ donna e dirigente “ in un’organizzazione strutturata tutta maschile?

Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione Politiche e iniziative varie, dimostrano, nel primo capitolo, l’impegno assunto dall’Unione Europea al tema delle pari opportunità. Di cui il mainstreaming ossia il principio d’integrazione sistematica delle situazioni, priorità e bisogni rispettivi delle donne e degli uomini in tutte le politiche al fine di promuovere le pari opportunità, è l’obiettivo principale. In ambito europeo la parità tra i sessi si è avuta inizialmente in termini di parità retributiva tra i lavoratori uomini e donne per uno stesso lavoro. E’ negli anni ’70 che diventa tema prioritario per la Comunità europea da estendere in tutti i campi della vita sociale degli individui, emanando provvedimenti e direttive a tale fine. Recenti programmi comunitari a rendere effettiva la parità tra i sessi, sono la strategia quadro (2001-2005) e l’iniziativa comunitaria per le Risorse Umane EQUAL. La prima è un intervento (fondato su un apposito programma) volto a rendere effettiva la tematica delle pari opportunità in tutte le politiche europee, attraverso un’opera di sensibilizzazione compiuta con azioni specifiche a favore delle donne per l’eliminazione di perduranti disparità a cui sono

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Alessandra Mercuri Contatta »

Composta da 319 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4897 click dal 13/07/2007.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.