Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Antibiotico-resistenza in ceppi di lactococcus garvieae isolati da salmonidi nel periodo 1994-2005

Attraverso questo lavoro sperimentale, svolto presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna – Sede di Brescia, si intende fornire un contributo allo studio della antibiotico-resistenza di Lactococcus (L.) garvieae in allevamenti italiani di salmonidi.
Sono stati esaminati un totale di 73 ceppi di L. garvieae isolati da trota iridea (Oncorhynchus mykiss) nel periodo 1994-2005, provenienti da insediamenti produttivi dell’Italia settentrionale. Si è proceduto alla applicazione del metodo della diffusione in agar (Kirby-Bauer); ciascun ceppo è stato testato con un pannello allargato di 27 antimicrobici: Amminosidina (60 μg), Amoxicillina (25 μg), Amoxicillina + acido clavulanico (20/10 μg), Apramicina (15 μg), Cefalotina (30 μg), Cefquinome (10 μg), Ceftiofur (30 μg), Colistina (10 μg), Danofloxacin (5 μg), doxiciclina (30 μg), Enrofloxacin (5 μg), Eritromicina (15 μg), Florfenicolo (30 μg), Flumequine (30 μg), Gentamicina (10 μg), Kanamicina (30 μg), Marbofloxacina (5 μg), Neomicina (10 μg), Penicillina (10 U.I.), Spiramicina (100 μg), Sulfadiazina (25 μg), Tetraciclina (30 μg), Tiamfenicolo (30 μg), Tiamulina (30 μg), Tilmicosina (15 μg), Trimethoprim + sulfametoxazolo ( 1.25/23.75 μg), tulatromicina (30 μg). Tali molecole sono state selezionate tenendo conto della normativa attuale sul farmaco veterinario, dell’esito di ricerche precedenti e della letteratura nazionale ed internazionale attualmente disponibile sull’argomento.
Dall’esame dei risultati ottenuti si evince una assoluta resistenza nel periodo di studio per flumequine ed un riscontro di poco inferiore per colistina, sulfadiazina e tiamulina; a seguire un grado di antibiotico-resistenza decrescente per le altre molecole testate. Degno di nota è il riscontro di piena sensibilità in tutti i ceppi testati per le seguenti molecole: amoxicillina, amoxicillina + acido clavulanico e gentamicina; un riscontro molto soddisfacente è stato ottenuto anche per cefquinome, eritromicina, florfenicolo, marbofloxacina, doxiciclina e tiamfenicolo.
Si può considerare che viene confermata l’efficacia di eritromicina, tetraciclina, amoxicillina, tiamfenicolo, enrofloxacin e doxiciclina come presidi utili a contrastare la lattococcosi in allevamento; una valutazione analoga può farsi per flumequine, quanto a conferma di assoluta inefficacia nella terapia farmacologica.

Mostra/Nascondi contenuto.
LE INFEZIONI DA COCCHI GRAM POSITIVI IN PISCICOLTURA Le infezioni da cocchi Gram positivi, anche identificate con il termine generico di Streptococcosi, sono patologie a diffusione cosmopolita che colpiscono pesci sia dulciacquicoli che marini. A breve distanza dal primo isolamento in Italia, avvenuto nel corso dell’estate 1991 (Ghittino et al., 1991), la Streptococcosi si è diffusa in numerose troticolture ed è ormai presente in diversi distretti dell’Italia Settentrionale (Ghittino & Prearo, 1993). Le Streptococcosi possono essere sostenute da diversi agenti eziologici, fra i quali alcuni patogeni in acque con temperature superiori a 15° C (acque calde), come Lactococcus (L.) garvieae, Streptococcus (S.) agalactiae, S. iniae, S. parauberis ed altri patogeni in acque con temperature inferiori a 12° C (acque fredde), come Vagococcus (V.) salmoninarum e L. piscium. Tali infezioni sono accomunate e caratterizzate dal fatto di colpire selettivamente pesci di grossa taglia (peso superiore ai 50 grammi) e di provocare comparsa di un evidente esoftalmo; il novellame risulta invece pressoché refrattario (Eldar & Ghittino, 1999; Ghittino & Pedroni, 2001). Le Streptococcosi d’acqua calda sono di gran lunga le più importanti; vengono spesso annoverate tra le patologie dominanti e sono responsabili di notevoli danni economici in varie forme di piscicoltura. 4

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Donato Pennelli Contatta »

Composta da 50 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1725 click dal 26/07/2007.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.