Skip to content

Copyright & Internet - Tutela e violazione del diritto d'autore nell'era della comunicazione digitale

Informazioni tesi

  Autore: Daniele Cella
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Gemma Marotta
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 349

La nostra società si trova, già da qualche anno, nel mezzo di un processo di cambiamento radicale nella fruizione delle opere dell’ingegno.
Le nuove tecnologie dell’informazione e la digitalizzazione hanno modificato significativamente i metodi di comunicazione tradizionale, e permettono la trasmissione di massa di un’opera a costi molto bassi e tempi ridottissimi, senza alcuna perdita di qualità. Oggi le opere sono dematerializzate, in quanto non più necessariamente impresse su supporti fisici.
Siamo nell’era della comunicazione digitale dove Internet e i new media offrono infinite possibilità ma, al contempo, sottopongono gli individui a nuovi rischi e delineano una serie di imbarazzanti interrogativi.
Quali garanzie hanno gli autori che i propri diritti siano effettivamente tutelati ? Quali sono i diritti che spettano agli utenti ? Come può essere regolamentato l’accesso ai contenuti digitali per non incorrere in possibili violazioni dei diritti d’autore ?
Sono queste le domande al centro dell’acceso dibattito sul diritto d’autore e sulla sua tutela a livello internazionale.
La tecnologia si evolve e conseguentemente cambia il rapporto della società con l’informazione e la cultura.Utenti e consumatori possono facilmente accedere a contenuti provenienti da ogni parte del globo, copiarli e diffonderli.Invece di acquistare i prodotti dell’industria culturale (libri, musica, film, ecc.) c’è una generale tendenza a procurarseli on-line, perchè più comodo ed economico.Chiaramente una condotta di questo tipo finisce spesso per ricadere nell’illegalità.L’industria non resta a guardare e reagisce introducendo licenze e misure tecniche di protezione per salvaguardare i diritti di utilizzazione economica sulle proprie opere.Tali interventi, però, non fanno che alimentare le polemiche da parte degli utenti, i quali si vedono privati del diritto di conoscenza e accesso alla cultura.Autori e produttori, d’altra parte, vogliono difendere a spada tratta i propri interessi.A fare da intermediari sono i legislatori delle diverse nazioni, a cui è affidato l’arduo compito di definire un assetto equilibrato tra diritti dei consumatori e dell’industria. Per far fronte alle problematiche sorte con la “rivoluzione digitale” hanno visto la luce dapprima i trattati internazionali WIPO (World Intellectual Property Organization), poi una serie di Direttive Comunitarie (nell’Unione Europea), Accordi e Disposizioni Legislative, con la precisa finalità di regolamentare le leggi sul copyright.Purtroppo, molto spesso, le iniziative legislative si sono rivelate inefficaci e controproducenti.La promozione di nuovi modelli di business, di campagne sensibilizzatrici e di nuove forme di fruizione delle opere digitali, che tengano conto dei diritti dell’utenza, sembrano essere le uniche soluzioni valide per il raggiungimento del tanto desiderato equilibrio.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione L’ incessante sviluppo tecnologico, verificatosi negli ultimi anni su scala mondiale, ha avuto un significativo impatto nella società odierna. Sono cambiati i meccanismi della produzione industriale, sono cambiate le modalità di acquisizione, comunicazione e diffusione delle informazioni ed è cambiato anche il concetto di opera. Oggi è cosa comune parlare di multimedialità e opere multimediali, di condivisione in rete, di digitalizzazione ; un qualcosa di impensabile fino a qualche tempo fa. Siamo nella cosiddetta era della comunicazione digitale dove una qualsivoglia creazione intellettuale può essere ampiamente manipolata, scomposta e ricomposta o, peggio ancora, diventare un facile strumento di guadagno. In questo contesto è Internet, con i suoi standard ed i suoi formati, a farla da padrone e ad imporre le sue regole. Dapprima mezzo di pochi ed ora mezzo di tutti e per tutti, “La Rete” ha in poco tempo “fagocitato” milioni e milioni di utenti offrendo loro sempre nuove possibilità senza chiedere nulla in cambio. Non a caso viene spesso utilizzato il termine “ catturati dalla Rete “, quasi a voler sottolineare l’irresistibile forza attrattiva scaturita da questo eccezionale (e sempre in evoluzione) mezzo di comunicazione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

banca dati
copyright
diritti autore web
diritto d'autore
downloading
file-sharing
freeware
google
internet
licenze
multimedia
normativa diritti autore
p2p
shareware
software
web diritti d autore
wipo
world intellectual property organization

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi