Skip to content

Alunni con il trattino - L'integrazione degli studenti di origine straniera nel sistema scolastico italiano

Informazioni tesi

  Autore: Serena Valenti
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Trieste
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze e Tecniche dell'Interculturalità
  Relatore: Giorgio Osti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 300

Anche a causa del suo carattere marcatamente interdisciplinare, quello dell'integrazione (scolastica e non solo) rimane un argomento alquanto proteiforme ed elusivo, e da ciò deriva parte della sua difficoltà di gestione in termini reali.

L’irregolare distribuzione sul territorio e nei diversi gradi d’istruzione della popolazione scolastica non italiana, nonché le complesse vicende familiari che spesso precedono l’inserimento, sono altrettanti elementi di complessità aggiuntiva, in uno scenario reso incerto dal mutevole atteggiamento della classe politica (cui spetterebbe il compito di fornire precise linee guida). L’interculturalità sembra essere una scelta ormai consolidata (seppur non unanimemente accettata), ma notevoli dubbi permangono sull’esatto contenuto da attribuire a questo termine, tanto che non è possibile rintracciarne una definizione univoca neppure nel contesto della letteratura scientifica sull’argomento, ed ancor meno certe sono le modalità di una sua concreta applicazione.

La prima a fare le spese di questa dissonanza tra teoria e pratica educativa sembra essere la categoria degli insegnanti: numerose ricerche mettono infatti in luce un vissuto di disagio, generato (o quantomeno aggravato) in parte da un percepito deficit di preparazione rispetto alle tematiche in questione, ed in parte dovuto ad una più generica situazione di crisi dell’intero sistema scolastico, che sta tutt’ora combattendo con alcuni aspetti critici esistenti sin dalla sua nascita (come il sempre presente divario nord/sud del paese).

Queste difficoltà strutturali preesistenti esercitano un’ovvia influenza negativa in diversi settori: particolarmente pesante per i ragazzi di origine immigrata (in particolare in considerazione dell’elevato disagio psicologico che comporta) è la notevole diffusione del fenomeno del bullismo scolastico, che, in presenza di studenti provenienti da altri paesi, può assumere una connotazione di vera e propria discriminazione razziale.

La coscienza della persistenza di elementi di difficoltà oggettiva, e la conseguente impossibilità di ritenere l’istituzione scolastica realmente “giusta” (intendendo con questo termine “in grado di fornire, a tutti i suoi fruitori, eguali probabilità di riuscita ed equità nel sistema di valutazione”) non deve però far trascurare il fatto che un’evoluzione nell’opportuna direzione sia comunque in atto: colta sostanzialmente di sorpresa dalla rapidità con cui si è sviluppato il fenomeno degli “studenti con il trattino”, la scuola sta ora correndo ai ripari e dotandosi di strumenti e metodologie adeguati, anche attraverso il ricorso a professionalità esterne.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione “L’Italia sarà quello che voi sarete” Dal messaggio del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi agli studenti in occasione dell’apertura dell’anno scolastico 2005/2006 Roma, Complesso del Vittoriano, 20 settembre 2005 La scuola (quella italiana nello specifico, ma il discorso è davvero universale) è giusta? Se lo si chiede ad un qualunque studente, non avrà alcun dubbio nel rispondere: naturalmente no. Chi non ha provato almeno una volta, nel corso della sua carriera scolastica, la sensazione che un insegnante lo prendesse di mira in modo particolare? O quanti pensano veramente, solo per fare qualche esempio, che il voto ottenuto all’esame di maturità rispecchi le proprie reali capacità? Di certo solo una piccola minoranza, ed in pratica nessuno sarebbe disposto ad allargare il raggio d’azione di tale giudizio all’intera classe - e tanto meno all’intero istituto - d’appartenenza. L’istruzione generale gratuita ed obbligatoria è stata senza alcun dubbio un’importantissima conquista, e nessuno intende negare o sminuire il suo valore. Ma se è vero che in linea teorica questo sembrerebbe garantire a tutti gli studenti uguali opportunità di successo, gli studi in questo campo hanno dimostrato che nella realtà ci sono moltissimi altri fattori che influiscono sull’effettivo raggiungimento dei risultati previsti. L’esempio classico è quello delle lingue straniere: l’alunno che abbia la possibilità di seguire corsi di lingua specifici - o addirittura di soggiornare per un periodo all’estero - è ovviamente avvantaggiato sul compagno di classe che non abbia tale opportunità. Per usare le parole di A. Giddens, possiamo concludere che, ancora oggi, “l’istruzione tende ad esprimere e a confermare le disuguaglianze esistenti molto più che a modificarle”. 1 In questo quadro complessivo, un posto di rilievo spetta ovviamente alle problematiche relative agli studenti di origine immigrata: molto spesso, infatti, le 1 Anthony Giddens, Sociologia, 1995 Il Mulino, Bologna pg. 11

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

autonomia scolastica
disagio docenti
discriminazione scuola
immigrati scuola
integrazione
integrazione scolastica stranieri
interculturalità
pedagogia interculturale
razzismo
scuola
sociologia
studenti stranieri

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi