Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il risparmio gestito: i fondi comuni di investimento - Analisi del mercato italiano

Nel presente lavoro verranno tracciate, in primo luogo, le linee essenziali dell’industria del risparmio gestito, un universo sempre in rapida evoluzione, per poi soffermarsi sui fondi comuni di investimento, protagonisti, sempre meno indiscussi, della composizione del patrimonio mobiliare delle famiglie.
Definito il quadro di riferimento, nei suoi molteplici aspetti (storico, normativo, di mercato) si passerà ad esaminare i gruppi di promotori di fondi comuni che operano sul mercato italiano, la loro quota mercato e il bouquet di prodotti offerti. L’analisi sarà focalizzata su un ristretto numero di gruppi. Le determinanti per questa “scrematura” saranno l’ammontare del patrimonio gestito (quindi la quota di mercato in percentuale), la struttura societaria del gruppo (ovvero il numero\tipo di società che lo formano) e la matrice del gruppo (ovvero se è un gruppo indipendente o facente capo a banche italiane od estere).

Mostra/Nascondi contenuto.
IV Introduzione Nel presente lavoro verranno tracciate, in primo luogo, le linee essenziali dell’industria del risparmio gestito, un universo sempre in rapida evoluzione, per poi soffermarsi sui fondi comuni di investimento, protagonisti, sempre meno indiscussi, della composizione del patrimonio mobiliare delle famiglie. Definito il quadro di riferimento, nei suoi molteplici aspetti (storico, normativo, di mercato) si passerà ad esaminare i gruppi di promotori di fondi comuni che operano sul mercato italiano, la loro quota mercato e il bouchet di prodotti offerti. L’analisi sarà focalizzata su un ristretto numero di gruppi. Le determinanti per questa “scrematura” saranno l’ammontare del patrimonio gestito (quindi la quota di mercato in percentuale), la struttura societaria del gruppo (ovvero il numero\tipo di società che lo formano) e la matrice del gruppo (ovvero se è un gruppo indipendente o facente capo a banche italiane od estere).

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Luca Tortora Contatta »

Composta da 119 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5074 click dal 04/09/2007.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.