Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Competenze per l'occupabilità

Al centro di una crisi di mutamento dei sistemi di istruzione e formazione, che oggi riguarda tutte le società europee, vi è l’esigenza di ridefinire un nuovo concetto della formazione, soprattutto sotto la spinta di una radicale ridefinizione di quelli che sono gli effettivi bisogni formativi, espressi dall’economia e dalla società, orientati esclusivamente al contesto lavorativo.
La transizione verso una società ed una economia della conoscenza e i nuovi bisogni in materia di apprendimento richiedono cambiamenti radicali dei sistemi di istruzione e di formazione. Non è più plausibile pensare il dispositivo formativo-professionale incanalato in una configurazione stabile e onnicomprensivo.
In tutti i paesi europei, il baricentro di questo nuovo assetto della formazione non è più centrato sulla priorità della formazione scolastica iniziale ma è rappresentato da modelli continui di alternanza tra scuola e lavoro, che concorrono ad ideare e a trasferire i contenuti della formazione verso un modello dinamico di interazione tra scuola, formazione professionale e mondo del lavoro.
La competenza diviene un punto fondamentale, un concetto guida nell’identificazione dei saperi che attrezzano l’individuo per l’inserimento nel mercato del lavoro e lo accompagnano nei progressivi sviluppi formativi e professionali. Si ricordi che, comunque, la formazione deve veicolare direttamente le competenze per l’occupabilità.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Questo lavoro è finalizzato ad esprimere una visione sui vari modelli formativi e di gestione delle competenze e sull’accrescimento di queste ultime per aumentare il campo della occupabilità che diviene sempre più complessa e richiede sempre maggiori conoscenze nel campo lavorativo. Si tenta di sensibilizzare, visto che non tutti sono pronti, ad entrare in una logica di nuovo sviluppo del lavoro finalizzato, soprattutto, alla gestione delle competenze ed all’utilizzo di tecniche che portano all’accrescimento di tali competenze, mirate alla crescita delle conoscenze. Notevoli difficoltà si evidenziano soprattutto per i giovani in cerca di prima occupazione. A questo punto l’accrescimento delle competenze gioca un ruolo fondamentale per facilitare l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro. Al centro di una crisi di mutamento dei sistemi di istruzione e formazione, che oggi riguarda tutte le società europee, vi è l’esigenza di ridefinire un nuovo concetto della formazione, soprattutto sotto la spinta di una radicale ridefinizione di quelli che sono gli effettivi bisogni formativi, espressi dall’economia e dalla società, orientati esclusivamente al contesto lavorativo. La transizione verso una società ed una economia della conoscenza e i nuovi bisogni in materia di apprendimento

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Rocco Manigrasso Contatta »

Composta da 80 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2008 click dal 05/09/2007.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.