Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Misure di contaminazione da fallout

Il lavoro di tesi, che riguarda lo studio sperimentale su “Misure di contaminazione da fallout su matrici ambientali”, è stato sviluppato presso il Centro Regionale di Riferimento per la Radioattività Ambientale (C.R.R.), attualmente operante presso il Dipartimento Provinciale di Salerno, sezione dell’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Campania (A.R.P.A.C.). Il C.R.R. nodo regionale della rete nazionale di rilevamento della radioattività, a seguito dell’elaborazione dei dati annuali, effettua “campagne di misura” ad hoc rivolte sia a singoli prodotti che a matrici ambientali selezionate. Sue principali attività sono:

• Spettrometria alfa, beta e gamma su matrici ambientali ed alimentari sia di origine vegetale che animale.
• Misure radon indoor-outdoor.
• Misure radon in acqua.
• Misure emanazione radon da materiali.
• Controlli radiometrici su rottami metallici.
• Controlli radiometrici e misure di spettrometria gamma ad alta risoluzione in situ.

Il rilievo dei danni alla salute umana correlati a fattori ambientali, soprattutto negli ultimi anni, ha contribuito a spingere l’attenzione verso tali problematiche. La collaborazione tra le strutture del SSN (Servizio Sanitario Nazionale) e ARPAC rappresenta uno strumento indispensabile per sviluppare l’analisi delle relazioni tra fattori ambientali e salute della popolazione ed è un fondamentale supporto per la formulazione e l’attuazione delle politiche di controllo sul territorio destinate a promuovere insieme lo sviluppo sostenibile e la salute dei cittadini.
Anche in Campania, come in altre Regioni, il monitoraggio della radioattività artificiale riveste particolare importanza. Il territorio risulta essere anch’esso colpito dalla deposizione di radionuclidi artificiali al suolo in seguito all’incidente di Chernobyl avvenuto nel 1986. L’ analisi della serie storica dei dati raccolti per matrici quali fallout, articolato atmosferico, suoli, muschi, sedimenti, funghi, ecc., permette la conoscenza approfondita dei fenomeni di trasferimento e di mobilità dei radionuclidi nell’ambiente e, conseguentemente, una migliore pianificazione di eventuali emergenze in questo campo. A tal proposito, risulterà particolarmente utile l’implementazione e l’aggiornamento continuo del catasto regionale delle sorgenti radioattive.

Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa Il lavoro di tesi, che riguarda lo studio sperimentale su “Misure di contaminazione da fallout su matrici ambientali”, è stato sviluppato presso il Centro Regionale di Riferimento per la Radioattività Ambientale (C.R.R.), attualmente operante presso il Dipartimento Provinciale di Salerno, sezione dell’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Campania (A.R.P.A.C.). Il C.R.R. nodo regionale della rete nazionale di rilevamento della radioattività, a seguito dell’elaborazione dei dati annuali, effettua “campagne di misura” ad hoc rivolte sia a singoli prodotti che a matrici ambientali selezionate. Sue principali attività sono: • Spettrometria alfa, beta e gamma su matrici ambientali ed alimentari sia di origine vegetale che animale. • Misure radon indoor-outdoor. • Misure radon in acqua. • Misure emanazione radon da materiali. • Controlli radiometrici su rottami metallici. • Controlli radiometrici e misure di spettrometria gamma ad alta risoluzione in situ. Il rilievo dei danni alla salute umana correlati a fattori ambientali, soprattutto negli ultimi anni, ha contribuito a spingere l’attenzione verso tali problematiche. La collaborazione tra le strutture del SSN (Servizio Sanitario Nazionale) e ARPAC rappresenta uno strumento indispensabile per sviluppare l’analisi delle relazioni tra fattori ambientali e salute della popolazione ed è un fondamentale supporto per la formulazione e l’attuazione delle politiche di controllo sul territorio destinate a promuovere insieme lo sviluppo sostenibile e la salute dei cittadini. Anche in Campania, come in altre Regioni, il monitoraggio della radioattività artificiale riveste particolare importanza. Il territorio risulta essere anch’esso colpito dalla deposizione di radionuclidi artificiali al suolo in seguito all’incidente di Chernobyl avvenuto nel 1986. L’ analisi della 4

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Vincenzo Speranza Contatta »

Composta da 93 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1088 click dal 11/09/2007.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.