Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Micromarketing e Category Management: quale rapporto?

È all’inizio degli anni ’90 che le aziende commerciali hanno iniziato pienamente a sviluppare processi di category management e di micromarketing. Si tratta di due strumenti molto importanti, se non indispensabili, per quelle aziende che vogliono cercare di ottenere un vantaggio competitivo nei confronti della concorrenza. Proprio per questa importanza si è deciso di analizzare questi due strumenti; in particolare, questo elaborato è stato svolto con l’intento di trovare ed evidenziare il rapporto tra il micromarketing e il category management, cercando anche di capire se in futuro sarà possibile un loro utilizzo congiunto.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE È all’inizio degli anni ’90 che le aziende commerciali hanno iniziato pienamente a sviluppare processi di category management e di micromarketing. Si tratta di due strumenti molto importanti, se non indispensabili, per quelle aziende che vogliono cercare di ottenere un vantaggio competitivo nei confronti della concorrenza. Proprio per questa importanza si è deciso di analizzare questi due strumenti; in particolare, questo elaborato è stato svolto con l’intento di trovare ed evidenziare il rapporto tra il micromarketing e il category management, cercando anche di capire se in futuro sarà possibile un loro utilizzo congiunto. Il lavoro è stato suddiviso in quattro capitoli, nel primo si è descritto il micromarketing in tutti i suoi aspetti partendo dalla definizione e dall’ evoluzione che ha avuto nel corso del tempo, successivamente si è analizzato l’utilizzo di questo strumento nelle aziende commerciali e come viene implementato nella pratica; in particolare ci si è soffermati sullo strumento che sta alla base del micromarketing cioè il programma fedeltà. In seguito si è fatta una breve parentesi su quali sono i mezzi che il micromarketing utilizza per comunicare con il consumatore finale; nell’ultimo paragrafo si sono analizzati gli ostacoli e i limiti di ogni genere che possono impedire al micromarketing di svilupparsi ed evolversi all’interno di un’azienda commerciale. Nel secondo capitolo l’attenzione si è spostata sul category management, si è partiti dall’analisi dell’evoluzione di tale processo, nonché delle innovazioni concettuali che apporta all’interno delle aziende sia commerciali che industriali e naturalmente le conseguenze di tali novità. Successivamente si sono analizzate le diverse definizioni di category management che sono state date nel corso del tempo, fino ad arrivare a quella che oggi sembra la più adatta al tipo di processo che si sperimenta in azienda. Nel terzo e nel quarto paragrafo si è cercato di capire quali sono i cambiamenti concettuali, ma soprattutto organizzativi, che un’azienda deve 3

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Marketing

Autore: Elisa Iandiorio Contatta »

Composta da 126 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2855 click dal 11/09/2007.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.