Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La matrice di contabilità sociale nei Paesi in via di Sviluppo

La matrice di contabilità sociale nei Paesi in via di Sviluppo

L’obiettivo di questo lavoro è quindi quello di fornire una serie di indicazioni utili a comprendere la struttura e le potenzialità di una matrice di contabilità sociale prendendo in considerazione sia l’esperienza nei Paesi avanzati, come l’Italia, che quella all’interno dei Paesi in via di sviluppo, in particolare si è fatto riferimento allo Sri Lanka.

Mostra/Nascondi contenuto.
3INTRODUZIONE All’interno del seguente lavoro si cerca di fornire una serie di indicazioni utili alla costruzione di una matrice di contabilità sociale (SAM), sia all’interno di Paesi avanzati sia all’interno di quei Paesi che presentano una situazione piuttosto debole, utilizzando dei dati provenienti dalla contabilità nazionale. Con il termine matrice indichiamo che tutte le informazioni a disposizione vengono raccolte ed organizzate in forma matriciale dove per ogni operatore economico preso in considerazione vengono registrate sia le entrate (in riga) e sia le uscite (in colonna), la definizione di contabilità invece ci indica che tutte le transazioni espresse all’interno dei conti considerati vengono effettuate in valori monetari, infine con il termine sociale indichiamo i differenti gruppi socio- economici che vengono trattati in modo separato attraverso i dati elementari. Per quanto riguarda le finalità possiamo dire che non ne esistono di particolari, infatti questo strumento può essere utilizzato sia per descrivere in modo generale la situazione economica di un Paese e sia , in modo più approfondito, per valutare come determinati cambiamenti all’interno di un settore possona incidere su alcune variabili molto importanti quali la produzione e l’occupazione. Possiamo inoltre affermare che la base di ogni analisi multisettoriale, qualunque sia il suo obiettivo, si deve basare su un consistente e completo “data set” relativo a tutte le transazioni tra i settori e le istituzioni; consistente nel senso che ad ogni entrata deve corrispondere un uscita o una spesa, completa in quanto devono essere identificabili sia il ricevente che il mandante di ogni transazione. Và comunque ricordato che i primi strumenti utilizzati per descrivere in modo dettagliato le transazioni che si verificano all’interno di un sistema economico sono stati la tavola Input – Output e la Matrice di Contabilità Nazionale (NAM);

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Daniele Terriaca Contatta »

Composta da 158 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3291 click dal 13/09/2007.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.