Skip to content

Infractiunea de inselaciune cu cecuri

Informazioni tesi

  Autore: Elena Catalina Tudurachi
  Tipo: International thesis/dissertation
  Anno: 2007
  Università: Universitatea "Alexandru Ioan Cuza", Iaşi
  Facoltà: Drept
  Corso: Drept
  Relatore: Toader Tudorel
  Lingua:
  Num. pagine: 112

e o lucrare concisa si apreciata ca fiind de nota zece de comisia de licenta

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLUL I Preliminarii 1. Noţiuni generale despre infracţiunea de înşelăciune Infracţiunea de înşelăciune are originea în dreptul român, unde era cunoscută sub denumirea ‘stellionatus’. În perioada evului mediu nu a fost reglementată distinct, fiind inclusă în conţinutul altor infracţiuni, cum ar fi, abuzul de încredere sau gestiunea frauduloasă. Codul penal din 1864 sancţiona infracţiunea de înşelăciune în mai multe articole, grupate în secţiunea V, cap. II din titlul IV. Astfel, art. 332 stabilea că este culpabil de înşelăciune acela care determină o amăgire în paguba averii altuia, sau prezintă fapte mincinoase pentru a obţine un folos. 1 Art. 334 pedepsea pentru înşelăciune pe cei care exercitau manopere frauduloase pentru a-i determina pe alţii să creadă într-o întreprindere mincinoasă sau credit nereal, ori pentru a-i determina să le dea bani, mobile, obligaţiuni, bilete, chitanţe sau înscrisuri de valoare. 2 Proiectul codului penal român din 1933 prevedea sancţionarea înşelăciunii în art. 548 şi a escrocheriei în art. 549, deosebindu-se cele două delicte prin faptul că ultima are ca element constitutiv utilizarea mijloacelor frauduloase. Codul penal Carol al-II-lea din anul 1936 sancţiona infracţiunea de înşelăciune în titlul XIV, cap. III, secţiunea a VII-a, în art. 549-555. Art. 549 stabilea că delictul de înşelăciune se pedepseşte cu închisoare de la 3 luni la 2 ani, cu amendă şi interdicţie corecţională şi constă în prezentarea ca adevărată a unor fapte mincinoase sau ca mincinoase a unor fapte adevărate, dacă prin aceasta se cauzează o pagubă materială unei persoane. Dacă infractorul întrebuinţa nume, calităţi mincinoase sau alte mijloace frauduloase, pedeapsa era închisoare corecţională de la 1 la 3 ani. 3 Pedepsele erau majorate cu până la 2 ani când infracţiunea era comisă de către avocaţi, funcţionari publici, mandatari, funcţionari privaţi sau de o persoană care simula calitatea de 1 Codul penal român din 1864, art. 332, „Acela care, în vederea de a împărtăşi folos face să nască o amăgire în paguba averii altuia, sau făcând să treacă de adevarate fapte mincinoase, sau prefăcând în mincinoase fapte adevărate, ori suprimându-le de tot, este culpabil de înşelăciune”. 2 Codul penal român din 1864, art. 334. 3 Codul penal român din 1936, pubicat în M. Of. nr. 65 din 18 martie 1936. 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cecuri
infractiune

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi