Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Cambiare pelle. Creatività e innovazione nel distretto della pelle di Vicenza.

Nella tesi viene presentata la situazione del distretto conciario di Arzignano.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Con questa tesi ho cercato di capire in che misura ci fosse innovazione e come viene declinata all’interno del settore conciario e in particolare nel distretto di Vicenza. Per fare questo ho consultato i siti internet delle principali concerie del distretto (Conceria Beschin, Conceria Leonica, Conceria Montebello, Conceria Priante, Conceria Tolio, Dal Maso Group, Dani Leather, Gruppo Conciario Valle Agno, Gruppo Mastrotto, Rino Mastrotto Group, Unionpelli srl) e ho esaminato più approfonditamente i casi che mi sembravano più interessanti dal punto di vista dell’innovazione. I casi presi in esame sono stati Conceria Montebello, Conceria Priante e Gruppo Mastrotto, presso i quali ho effettuato delle intervista semi-strutturate1 per comprendere meglio il loro rapporto con l’innovazione. Il distretto conciario della Valle del Chiampo si occupa di un settore tradizionale ed ha avuto negli ultimi cinquant’anni uno sviluppo eccezionale. Il distretto è sempre stato visto come problematico, soprattutto dal punto di vista ambientale. Negli ultimi anni esso sta attraversando una fase di consolidamento e stabilizzazione. In questa fase si possono notare, oltre alle tradizionali innovazioni di trattamento della pelle, uno slancio verso la creatività e il design. Non si pensa più alla pelle come semplice materiale utile solo alla realizzazione di qualcos’altro come scarpe, borse, divani, ecc., ma come fine a se stessa, capace di creare soluzioni di arredo originali e di design. 1 Per intervista semi strutturata si intende un tipo di intervista in cui vengono poste una serie di domande, sempre le stesse e nello stesso ordine per tutti, lasciando libero l’intervistato di rispondere come crede. È un’intervista che prevede dunque un insieme fisso e ordinato di domande aperte.

Laurea liv.I

Facoltà: Interfacoltà Lettere e Filosofia e Scienze Politiche

Autore: Lara Dal Maso Contatta »

Composta da 61 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1824 click dal 02/10/2007.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.