Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il caso Parmalat: un'analisi sociolinguistica

Questa tesina ha lo scopo di analizzare nel dettaglio una selezione di titoli apparsi su alcuni tra i più noti quotidiani britannici all’epoca del caso Parmalat, quali The Times, The Financial Times e The Daily Telegraph, di orientamento tradizionalmente conservatore, e The Guardian e The Observer, di orientamento più liberale, mentre tra i tabloid si annoverano The Mail, di tendenze conservatrici, e The Mirror, più a favore dei Laburisti.
L’analisi verterà sia sugli aspetti riguardanti il giornalismo propriamente detto, come la funzione del titolo, la notiziabilità e il linguaggio seduttivo giornalistico, sia sulle caratteristiche linguistiche lessicogrammaticali riscontrabili nei singoli casi, a partire dai concetti di field, tenor e mode di Halliday per approdare alla "poetica" dei titoli.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 1. Introduzione Questa tesina ha lo scopo di analizzare nel dettaglio una selezione di titoli apparsi su alcuni tra i piø noti quotidiani britannici all epoca del caso Parmalat. L analisi verter sia sugli aspetti riguardanti il giornalismo propriamente detto, come la funzione del titolo, sia sulle caratteristiche linguistiche lessicogrammaticali riscontrabili nei singoli casi. Ritengo opportuno puntualizzare fin da subito i motivi che mi hanno spinto verso l elaborazione di questo argomento: innanzitutto, la scelta di affrontare il tema della bancarotta della Parmalat Ł dovuta sia al fatto che si tratta di un evento recente del quale ancora si parla molto, sia all importanza delle sue conseguenze in Italia e nel mondo, tanto da far balzare il nostro Paese in primo piano a livello mondiale, anche se in circostanze poco fortunate: la Parmalat infatti annoverava piø di 36.000 dipendenti in tutto il mondo, con filiali anche nel Regno Unito e in Brasile. La scelta delle fonti giornalistiche Ł data dal fatto che a mio parere si tratta di un ottimo sistema di monitoraggio della rappresentazione de lla realt che ci Ł stata fornita dalle diverse testate internazionali. Per questo ho cercato di puntare a una diversificazione delle fonti consultando varie tipologie di quotidiani, dai broadsheet1 ai tabloid: nella prima categoria troviamo le testate definite di qualit , quali The Times, The Financial Times e The Daily Telegraph, di orientamento tradizionalmente conservatore, e The Guardian e The Observer, di orientamento piø liberale, mentre tra i tabloid si annoverano The Mail, di tendenze conservatrici, e The Mirror, piø a favore dei Laburisti. Ma le differenze non consistono solo nei nomi dei formati e nella tendenza politica: infatti occorre considerare anche il pubblico al quale sono destinate le testate, che generalmente Ł popolare per i tabloid, che quindi punteranno sulle soft news, di cronaca rosa e di carattere scandalistico, mentre i destinatari della stampa di qualit saranno maggiormente interessati all economia, alla politica e alla cultura, anche in una prospettiva internazionale. Questa Ł solo una distinzione di massima che non deve essere interpretata troppo rigidamente, dato che gli argomenti di ampia eco trovano posto anche nei tabloid e che, spesso piø che di una differenza di argomenti, si dovrebbe forse parlare di una differenza di focus, cioŁ il punto di vista dal quale si guarda la storia: per esempio, parlando dello scandalo che vede coinvolto un politico e la sua amante, The Times tender a occuparsi maggiormente del negativo rito rno d immagine che potrebbe danneggiarne il partito alle prossime elezioni, mentre The Mirror si concentrer sugli aspetti scandalistici della loro relazione, arricchendo l articolo con grandi 1 Inizialmente i due termini designavano la differenza di dimensioni dei quotidiani, piø che una differenza propriamente stilistica, ma a tutt oggi le dimensioni tendono a standardizzarsi, tranne nel caso del Guardian. Per l etimologia dei termini, cfr. [Morley, 1998:10]

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Noemi Franchi Contatta »

Composta da 68 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2019 click dal 05/10/2007.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.