Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'energia rinnovabile nel comparto turistico della provincia di Grosseto

La tesi rappresenta una sezione integrante del Piano Energetico Ambientale Provinciale di Grosseto e pertanto affronta a tuttotondo il tema delle energie rinnovabili nel contesto provinciale. Si evidenzia inizialmente l’importanza delle fonti energetiche rinnovabili e successivamente si analizzano le barriere che pregiudicano un loro sviluppo e diffusione. Una descrizione dettagliata è prevista per l’energia eolica e solare fotovoltaica con l’analisi degli aspetti tecnologici ed economici. Vengono inoltre identificati i vantaggi tecnici, socio-economici ed ambientali di sistemi energetici basati su “net-metering”. L’analisi specifica della tesi è invece rappresentata da una applicazione del metodo di valutazione contingente per la definizione della disponibilità ad investire in impianti alimentati da fonti di energia rinnovabile, da parte degli imprenditori turistici della provincia di Grosseto.
Un’ indagine diretta presso gli operatori ha evidenziato che per l’istallazione di impianti eolici da 1 Kw gli imprenditori turistici richiedono un contributo sottoforma di “conto energia” pari a 0,025 Euro per ogni Kwh prodotto dal medesimo impianto, cioè 38 Euro all’anno. Mentre per l’istallazione di impianti solari fotovoltaici sempre da 1 Kw di potenza, richiedono 0,36 Euro per ogni Kwh prodotto, cioè 470 Euro all’anno di incentivo. Per istallazioni di 10 Kw di potenza e dimensioni più elevate, invece, sono richiesti 0,035 Euro/Kwh per l’eolico (533 Euro/anno) e 0,298 Euro/Kwh per il solare fotovoltaico (3.874 Euro/anno). Congiuntamente alla disponibilità ad investire sono state analizzate le potenzialità di intervento nel settore dei consumi energetici nel comparto turistico/ricettivo dopo aver determinato indici di densità energetica pari a 8,85 Kwh/presenza, riferito ai consumi di energia elettrica e 32,71 MJ/presenza, riferito ai consumi di energia termica. I risultati del lavoro risultano quindi particolarmente interessanti ed informativi per i policy-maker della provincia di Grosseto.

Mostra/Nascondi contenuto.
7Introduzione L'energia ha una posizione centrale nella problematica dello sviluppo sostenibile in quanto l'energia (o più esattamente, l'insieme di servizi che l'energia fornisce) è una componente essenziale dello sviluppo e perché il sistema energetico è responsabile di una parte importante degli effetti negativi delle attività umane sull'ambiente (a scala locale, regionale e globale) e sulla stabilità del clima. Esiste un consenso generale sulla insostenibilità del modo in cui l'energia è prodotta ed utilizzata oggi nel mondo: in particolare, se questo modello continuasse nel futuro e fosse esteso a soddisfare la crescente domanda di energia da parte dei paesi in via di sviluppo, si andrebbe rapidamente incontro all'esaurimento delle risorse, a danni irreversibili all'ambiente, ad effetti, tuttora incerti ma potenzialmente catastrofici, sul clima globale. Inoltre è ormai patrimonio comune l’idea che per giungere ad un modello energetico più sostenibile è necessario procedere lungo tre direzioni: • una maggiore efficienza e razionalità negli usi finali dell'energia; •forme innovative, più pulite e più efficienti, di utilizzo e trasformazione dei combustibili fossili; • un crescente ricorso alle fonti rinnovabili di energia. Prima di tutto, quindi, maggiore efficienza negli usi finali di energia nell'industria, nel settore abitativo e dei servizi, nei trasporti, nell'agricoltura e nella generazione di elettricità. Si può affermare che, per quanto riguarda l'efficienza, molto è già stato fatto dalla prima (1973) e dalla seconda crisi energetica (1979-80) in poi, almeno nel campo dell'industria, e in quello della generazione di elettricità. Meno è stato realizzato nel settore abitativo e dei servizi. L'utilizzo più pulito, efficiente e razionale dell’energia, ha più una dimensione nazionale o meglio internazionale che non regionale, ma vi sono indubbiamente opportunità per dimostrarne le tecnologie o per accelerarne la diffusione anche a livello locale. Uno dei punti centrali è quindi la relazione

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Giulio Pieralli Contatta »

Composta da 200 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1646 click dal 04/10/2007.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.