Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La fiaba di Gianni Rodari: messaggi e linguaggi

Gianni Rodari, uomo e scrittore, descrive nei suoi libri la creatività, il gioco e la fantasia. L'influenza surrealista nell' opera di Rodari e la sua "arte" di inventare storie, favole, novelle, racconti nella sua produzione.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 9 INTRODUZIONE Rodari può facilmente essere scambiato per uno scrittore banalmente semplice, scorrevole, che inventa filastrocche da imparare a memoria. Semplice lo è, così come è comprensibile a tutti. Il suo stile penetra efficacemente nelle menti dei bambini e degli adulti, ma ovviamente in modo diverso. Per i bambini è possibile comprendere cose difficili senza per questo dover utilizzare in modo consapevole la logica dell’apprendimento; nello stesso modo essi imparano ad esprimersi in modo corretto sul piano grammaticale, perché è molto più semplice memorizzare una regola se associata ad una filastrocca divertente, che studiarla in modo arido e rigidamente scolastico. A ventisette anni dalla sua morte a Rodari non è stato ancora riconosciuto il ruolo che ha avuto nella cultura e nella scuola italiana. Troppo comodo confinarlo nell’angolino del poeta e del narratore per bambini. Rodari è stato un intellettuale tra i più significativi della Repubblica italiana. E’ stato un intellettuale disincantato, lontano dai circoli letterari e dai clan degli intellettuali impegnati, egli appartiene a quel genere di intellettuale che si fa sempre più raro nel mondo d’oggi, all’intellettuale, cioè, che fa cultura senza farne mostra.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Giuseppina Strano Contatta »

Composta da 75 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 21988 click dal 16/10/2007.

 

Consultata integralmente 36 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.