Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Costruzione di indici sicuri per la ricerca remota su dati cifrati

Il presente lavoro si propone di affrontare il problema della ricerca remota su dati cifrati, analizzando il protocollo detto di “Searchable Symmetic Encryption” (SSE), il quale permette ad un utente di memorizzare in maniera privata i propri dati su un server remoto non affidabile, mantenendo allo stesso tempo la possibilità di effettuare ricerche selettive su di essi senza perdere la confidenzialità.
Il protocollo è basato sulla creazione di indici sicuri memorizzati su un server remoto non affidabile. Un indice sicuro consente ad un utente che possiede una trapdoor per una certe parola, di verificare se il documento associato a quell’indice contiene la parola in questione. L’indice non può rivelare alcuna informazione sul suo contenuto senza una trapdoor valida, la quale può essere generata solamente utilizzando una chiave segreta, nota all’utente ma non al server.
Gli indici sono costruti mediante l’uso dei Bloom Filter. Un Bloom Filter è un vettore rappresentativo di un insieme di elementi basato su funzioni hash, che può essere utilizzato per effettuare test di appartenenza di un elemento ad un determinato insieme.
Per la valutazione delle prestazioni del protocollo è stato implementato un Web Service JAVA basato su Apache Axis.

Mostra/Nascondi contenuto.
Costruzione di indici sicuri per la ricerca remota su dati cifrati       6    Introduzione Con l’avvento ed il continuo, inarrestabile progresso di Internet e delle nuove tecnologie ad esso legate, oramai è divenuto possibile, stando comodamente seduti alla propria scrivania, accedere ai più disparati tipi di applicazioni, servizi ed informazioni. Fino a pochi anni orsono tutto ciò poteva sembrare un’utopia o, in ogni caso, un privilegio goduto unicamente da coloro che avevano le adeguate conoscenze tecniche. Oggi le cose sono cambiate profondamente: non è necessaria alcuna preparazione particolare, né sono richiesti sofisticati strumenti tecnologici; un comune computer collegato ad una linea telefonica rappresenta, pertanto, l’unico requisito richiesto affinché, a chiunque lo voglia, si dischiudano le porte di uno sterminato mondo virtuale in continua crescita, in cui è possibile effettuare qualsiasi tipo di operazione, dalla più semplice, come la consultazione di un elenco telefonico, alla più complessa ed elaborata, come la gestione online del proprio conto corrente, con la possibilità di effettuare pagamenti, bonifici bancari e tutti gli altri servizi offerti da una banca reale. Si può, quindi, immaginare il mondo di Internet come una trasposizione virtuale, fatte le debite

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Alfonso De Martino Contatta »

Composta da 152 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 721 click dal 24/10/2007.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.