Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Project Financing nella realizzazione di opere infrastrutturali: caso settore sanitario

La situazione globale del nostro Paese, anche come conseguenza della partecipazione all’Unione Economica e Monetaria europea, impone forti interventi strutturali, guidati dall’obiettivo di perseguire più elevati livelli di efficienza, unitamente alle esigenze di contenimento della spesa pubblica.
Tale processo ha favorito, da un lato, un crescente intervento del settore privato nei servizi pubblici, comandato da logiche di competizione e sfruttamento delle opportunità produttive; dall’altro, ha permesso lo sviluppo di tecniche di finanziamento per grandi infrastrutture a mezzo di capitali privati, in un’ottica di integrazione e collaborazione.
In tale contesto s’inserisce a pieno titolo il Project Financing, ovvero non una tecnica ma una vera e propria metodologia finanziaria, rivolta al finanziamento di uno specifico progetto produttivo di un reddito autonomo e sufficiente a remunerare il capitale investito.
Il Project Financing si basa su un’impostazione finanziaria innovativa che si avvale delle competenze distinte di una pluralità di soggetti in grado di garantire l’afflusso dell’enorme quantità di denaro indispensabile per la realizzazione del progetto e per il successo dell’iniziativa, attraverso una complessa struttura in cui gli aspetti giuridici, contrattuali ed economico-finanziari risultano armonicamente integrati ed i rischi equamente distribuiti.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Nell’ultimo decennio le profonde trasformazioni degli scenari economici e finanziari sia a livello europeo, sia a livello internazionale, hanno individuato la necessità di mettere a punto nuove forme di finanziamento in grado di sorreggere il processo di sviluppo e di crescita che coinvolge il mercato dei capitali. La situazione globale del nostro Paese, anche come conseguenza della partecipazione all’Unione Economica e Monetaria europea, impone forti interventi strutturali, guidati dall’obiettivo di perseguire più elevati livelli di efficienza, unitamente alle esigenze di contenimento della spesa pubblica. Tale processo ha favorito, da un lato, un crescente intervento del settore privato nei servizi pubblici, comandato da logiche di competizione e sfruttamento delle opportunità produttive; dall’altro, ha permesso lo sviluppo di tecniche di finanziamento per grandi infrastrutture a mezzo di capitali privati, in un’ottica di integrazione e collaborazione. In tale contesto s’inserisce a pieno titolo il Project Financing, ovvero non una tecnica ma una vera e propria metodologia finanziaria, rivolta al finanziamento di uno specifico progetto produttivo di un reddito autonomo e sufficiente a remunerare il capitale investito. Il Project Financing si basa su un’impostazione finanziaria innovativa che si avvale delle competenze distinte di una pluralità di soggetti in grado di garantire l’afflusso dell’enorme quantità di denaro indispensabile per la realizzazione del progetto e per il successo dell’iniziativa, attraverso una complessa struttura in cui gli aspetti giuridici, contrattuali ed economico-finanziari risultano armonicamente integrati ed i rischi equamente distribuiti. Negli ultimi anni la finanza di progetto ha rappresentato la modalità con cui sono state impostate e realizzate molte opere di interesse pubblico. Le operazioni effettuate seguendo gli schemi del Project Financing hanno prodotto cimiteri, parcheggi, tratti autostradali, scuole, ospedali, tunnel, ecc. I vincoli posti alla spesa pubblica e le riduzioni dei trasferimenti alle Pubbliche Amministrazioni hanno spinto ad aumentare il coinvolgimento dei privati nella realizzazione di infrastrutture dando così alla finanza di progetto un ruolo cruciale 1

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Emanuele Nani Contatta »

Composta da 188 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3742 click dal 25/10/2007.

 

Consultata integralmente 27 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.