Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il sistema informativo contabile della Comunità Autonoma Catalunya

Il caso Spagnolo costituisce dopo quello italiano uno degli esempi più interessanti di processo di regionalismo in Europa soprattutto per il fatto che la Costituzione ha consentito libertà di azione nella scelta del modello di organizzazione territoriale, riconoscendo e garantendo il diritto all’autonomia delle regioni spagnole. Questa scelta costituisce il punto di maggiore flessibilità nel disegno costituzionale e rappresenta una soluzione lungimirante, scaturita dal processo costituente post-franchista, che associa la continuità storica delle differenti realtà socioculturali all’esigenza crescente di una maggiore autonomia funzionale.

Il regionalismo costituisce un dato fondamentale della storia spagnola che ha rappresentato un importante punto di riferimento anche al di fuori dei confini della Spagna.

Nonostante le difficoltà dell’integrazione comunitaria che avevano caratterizzato i rapporti della Spagna con gli altri paesi europei, il progressivo consolidarsi delle istituzioni democratiche e la dinamicità della partecipazione dei rappresentanti spagnoli alle attività delle istituzioni comunitarie avevano determinato una apertura molto ampia dei cittadini spagnoli verso l’Europa.

L’aggancio all’Europa è stato per la Spagna uno straordinario meccanismo di crescita e si potrebbe dire che questo paese presenti oggi alcuni tratti caratteriali di un modello ideale per l’Europa.
Sotto il profilo istituzionale si può osservare che già da tempo la Spagna rappresenta, per la sua forma di Stato, un modello studiato in vari ordinamenti e oggetto di comparazione anche giuridica.
Una ragione per cui la Spagna potrebbe costituire un modello è legata all’importante ruolo assegnato alle regioni relativamente alle competenze che queste possono svolgere autonomamente.

La prospettiva federale che i governi spagnoli hanno tenuto presente quale tratto caratteriale del processo di integrazione europea ha permesso alla Spagna di dare attuazione al principio di solidarietà interterritoriale contenuto nella Costituzione del 1978.
L’obiettivo di questo elaborato è rappresentato dalla volontà di inquadrare la situazione spagnola focalizzandosi, in particolare, sulla organizzazione territoriale ed istituzionale della Catalunya.
Parte integrante dello studio è rappresentata dall’analisi della struttura del bilancio di previsione della Generalitat, il “pressupost”, e delle fasi caratterizzanti il processo di bilancio.

Infine, si è voluto trattare il sistema informativo della Generalitat per valutarne il suo efficace funzionamento e la sua capacità di soddisfare adeguatamente le esigenze dei destinatari delle informazioni.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Il caso Spagnolo costituisce dopo quello italiano uno degli esempi più interessanti di processo di regionalismo in Europa soprattutto per il fatto che la Costituzione ha consentito libertà di azione nella scelta del modello di organizzazione territoriale, riconoscendo e garantendo il diritto all’autonomia delle regioni spagnole. Questa scelta costituisce il punto di maggiore flessibilità nel disegno costituzionale e rappresenta una soluzione lungimirante, scaturita dal processo costituente post-franchista, che associa la continuità storica delle differenti realtà socioculturali all’esigenza crescente di una maggiore autonomia funzionale. Il regionalismo costituisce un dato fondamentale della storia spagnola che ha rappresentato un importante punto di riferimento anche al di fuori dei confini della Spagna. Nonostante le difficoltà dell’integrazione comunitaria che avevano caratterizzato i rapporti della Spagna con gli altri paesi europei, il progressivo consolidarsi delle istituzioni democratiche e la dinamicità della partecipazione dei rappresentanti spagnoli alle attività delle istituzioni comunitarie avevano determinato una apertura molto ampia dei cittadini spagnoli verso l’Europa. L’aggancio all’Europa è stato per la Spagna uno straordinario meccanismo di crescita e si potrebbe dire che questo paese presenti oggi alcuni tratti caratteriali di un modello ideale per l’Europa. 1

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Laura Mantovani Contatta »

Composta da 154 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 418 click dal 30/10/2007.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.