Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gestione delle scorte in condizioni di incertezza: realizzazione di un progetto aziendale

La tesi riguarda la realizzazione di un programma informatico per il corretto dimensionamento delle scorte in condizioni di incertezza.
Vengono analizzati i sistemi di gestione delle scorte adottati dall'azienda presso la quale ho svolto lo stage, e suggeriti miglioramenti.
Vengono spiegati i fondamenti della gestione delle scorte: la differenza tra inventory position e scorta fisica, l'incertezza della domanda, il livello di servizio, che cos'è lo stockout e come prevenirlo, i metodi di gestione (a qtà/periodicità fissa) in particolare il metodo a Punto di Riordino.

NB: la preview mostra soltanto la presentazione dell'azienda. Per la descrizione delle problematiche sopra riportate, e le soluzioni proposte, è necessario consultare la tesi integralmente.

Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO 1 – LA SITUAZIONE ATTUALE 1.1 - L’AZIENDA L’Azienda presso la quale è stato svolto il tirocinio è stata costituita nel 1926 e risiede attualmente in un’area industriale nei pressi di Torino. Essa opera nell’ambito dell’Automotive, come produttore di sistemi di tenuta, denominate comunemente “guarnizioni”, per automobili, autocarri, motocicli, macchine agricole e macchine movimento terra. L’azienda svolge sia attività di produzione, acquistando la materia prima da fornitori esterni, sia attività di assemblaggio e subassemblaggio, utilizzando, per la realizzazione del prodotto finito, materie prime e componenti acquistati o prodotti a seconda della miglior politica make or buy. La sua realtà è quella di una piccola/media impresa, con tutti i vantaggi e gli svantaggi ad essa collegati. Infatti, data la vastità del settore in cui opera ed il suo continuo sviluppo, il fatto di rientrare in tale categoria la porta a dover essere molto competitiva a livello di qualità, precisione, puntualità nelle consegne, innovazione e affidabilità, in modo tale da poter far fronte dignitosamente ai colossi del settore che grazie alle loro notevoli dimensioni, trovano minore difficoltà nella gestione di ordini molto grandi e frequenti, potendo per di più beneficiare di maggiori economie di scala. Il fatto di essere una realtà di questo tipo, comporta anche un maggiore impegno per la scelta dei fornitori. Risulta molto importante instaurare con essi un rapporto di fiducia e quindi di affidabilità, che consenta un approvvigionamento sicuro e non usurpabile da realtà più grandi in caso di scarsità del materiale (i fornitori tendono a dare priorità ai clienti maggiori in caso di scarsità della risorsa da allocare). D’altra parte è positivo il fatto che in una realtà ristretta è più facile una collaborazione tra le varie parti dell’azienda per poter soddisfare il cliente nelle sue richieste e quindi creare quello che viene definito “il valore per il cliente”. Inoltre risulta più agevole modificare la propria organizzazione per perseguire un’esigenza specifica del cliente, per esempio a livello di ciclo di produzione, confezionamento, materiale. Sempre con lo scopo di perseguire una maggiore competitività, l’azienda si è spinta sui mercati internazionali e mondiali, grazie anche a collaborazioni con aziende estere, specializzandosi su particolari sistemi di tenuta, di cui è divenuta il primo produttore in Italia. Inoltre, ha diversificato la sua produzione creando dei filoni specifici, ciascuno dedicato ad una circoscritta area del mercato. Esiste una linea tradizionale di prodotti di qualità originale per applicazioni standard; ad essa se ne affianca un’altra caratterizzata da una produzione di qualità standard e da un buon rapporto qualità-prezzo che viene lanciata sui mercati dei paesi poveri o emergenti. Un’altra linea è dedicata a prodotti di prima qualità per alte prestazioni e competizioni; infine vi è ancora una quarta linea di prodotti di qualità la cui produzione è tradizionale e rivolta a clienti importanti e con grossi volumi di acquisto per i quali vi è la possibilità di personalizzare il prodotto, apponendovi il marchio del cliente stesso. 1

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Luca Airale Contatta »

Composta da 51 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2760 click dal 06/11/2007.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.