Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Libertà di circolazione dei lavoratori neocomunitari: L’impatto dell’allargamento dell’UE su Slovenia e Friuli Venezia Giulia

La migrazione è fenomeno intimamente connesso alla storia dell’umanità, varie ragioni ne sono causa, la ricerca di “migliori” condizioni di vita immediate o in divenire ne costituisce la principale. Il contrasto di questo fenomeno , ma soprattutto la sua regolamentazione al fine di evitare effetti distorti negli equilibri sociali ed economici interni è sempre stato preoccupazione normativa dei governi nazionali. Anche oggi quando si supera la concezione della realtà nazionale attraverso l’adesione dello stato ad organismi sopranazionali (es. UE) con la conseguente armonizzazione dei singoli apparati normativi alle comuni regole condivise, vengono rimossi vincoli alla libertà di movimento delle persone nell’ambito dei territori degli stati aderenti ma rimangono inalterati per i provenienti da nazioni terze.

Mostra/Nascondi contenuto.
3. Introduzione La migrazione è fenomeno intimamente connesso alla storia dell’umanità, varie ragioni ne sono causa, la ricerca di “migliori” condizioni di vita immediate o in divenire ne costituisce la principale. Il contrasto di questo fenomeno , ma soprattutto la sua regolamentazione al fine di evitare effetti distorti negli equilibri sociali ed economici interni è sempre stato preoccupazione normativa dei governi nazionali. Anche oggi quando si supera la concezione della realtà nazionale attraverso l’adesione dello stato ad organismi sopranazionali (es. UE) con la conseguente armonizzazione dei singoli apparati normativi alle comuni regole condivise, vengono rimossi vincoli alla libertà di movimento delle persone nell’ambito dei territori degli stati aderenti ma rimangono inalterati per i provenienti da nazioni terze. E’ necessario tener presente alcuni punti fondamentali ed imprescindibili per un’ esame approfondito delle modificazioni in atto nel diritto comunitario e, conseguentemente della premazia di quest’ultimo sui diritti interni degli stati aderenti, e infine come tale evoluzione trovi applicazione nelle norme di diritto del lavoro italiano. Più in particolare ancora quali gli effetti di tale processo normativo che da una sostanziale immobilità durata lungo tempo, oggi vive un particolare dinamismo in seguito alla mutata realtà territoriale comunitaria che ha visto l’ingresso, in un tempo relativamente breve di numerosi altri stati, e quali infine, siano gli effetti su un territorio che per sue peculiarità geografiche e storiche come il Friuli ha un notevole vissuto di lavoro transfrontaliero. Daremo preliminarmente una lettura storico-normativa che contestualizzi e permetta una lettura adeguata del fenomeno:

Laurea liv.I

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Carlo Benvenuti Contatta »

Composta da 36 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1111 click dal 14/11/2007.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.