Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le acquisizioni internazionali

Nell’odierno contesto competitivo caratterizzato dalla tendenza dell’economia ad assumere dimensioni globali, il concetto di sviluppo è sempre più legato a quello di internazionalizzazione. La globalizzazione dei mercati infatti, se da un lato ha reso la competizione tra imprese più aspra, dall’altro ha offerto la possibilità di inserirsi in nuovi mercati e l’accesso a nuove fonti di input produttivi. In un contesto come questo, in cui non esistono più tanti mercati ma uno solo con estensione globale, le imprese devono essere in grado di rispondere subito ai cambiamenti del mercato attingendo dall’economia mondiale. Una conferma a quanto detto sino ad ora è data dalle dimensioni di grande rilievo che hanno assunto le operazioni di acquisizione e fusione nelle economie moderne. Tra esse, un posto importante è occupato da quelle cross-border. In questo senso, allo sviluppo dimensionale che si ottiene tramite i processi di M&A, si affianca una crescita internazionale, imprescindibile per le imprese che vogliono risultare vittoriose nella competizione mondiale.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE AL LAVORO Ogni impresa, sin dal suo sorgere, racchiude in sé la voglia di perdurare nel tempo attraverso l’implementazione di processi di crescita e di creazione di valore. Da sempre, la conquista dei mercati, l’ampliamento dei volumi, l’introduzione di nuovi prodotti, rappresentano spinte naturali e inarrestabili che comportano quasi sempre la ricerca di maggiori dimensioni. Nell’odierno contesto competitivo caratterizzato dalla tendenza dell’economia ad assumere dimensioni globali, con la conseguente integrazione di tutti i mercati dei beni, servizi, e prodotti, il concetto di sviluppo è sempre più legato a quello di internazionalizzazione. La globalizzazione dei mercati infatti, se da un lato ha reso la competizione tra imprese più aspra, dall’altro lato ha offerto la possibilità di inserirsi in nuovi mercati e l’accesso a nuove fonti di input produttivi; deve essere vista come un’opportunità e una fonte di ricchezza economica, culturale, istituzionale e sociale. In un contesto come questo, in cui non esistono più tanti mercati ma uno solo con estensione globale, le imprese devono essere in grado di rispondere subito ai cambiamenti del mercato attingendo dall’economia mondiale. Una conferma a quanto detto sino ad ora è data dalle dimensioni di grande rilievo che hanno assunto le operazioni di acquisizione e fusione nelle economie moderne. Tra esse, un posto importante è occupato da quelle messe in atto da soggetti provenienti da paesi diversi. In questo senso, allo sviluppo dimensionale che si ottiene tramite i processi di M&A, si affianca una crescita internazionale, imprescindibile per le imprese che vogliono risultare vittoriose nella competizione mondiale. L’attualità e l’importanza dei temi dell’internazionalizzazione e dell’acquisizione hanno suscitato in me la voglia di approfondirli nel presente lavoro. L’obiettivo della mia tesi è infatti, quello di analizzare il processo acquisitivo quale strumento per realizzare la crescita estera. L’indagine sull’oggetto prescelto verrà condotta traendo spunto dalla letteratura sul tema, nonché dall’analisi della prassi operativa che offre significativi casi di espansione nei mercati esteri in diversi settori. L’elaborato si articola in tre capitoli. Nel primo, l’attenzione è posta sullo sviluppo internazionale; in particolare, saranno analizzate le principali teorie che gli autori Hymer, Buckley e Casson, Dunning e Knickerbocker, hanno da tempo sviluppato per comprendere le motivazioni dei movimenti internazionali di capitali. Inoltre, si farà un primo cenno alle acquisizioni adottando quella che viene definita “prospettiva del

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Economiche e Aziendali

Autore: Cristina Parrella Contatta »

Composta da 75 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3381 click dal 14/11/2007.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.