Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Giudice di Pace: alla ricerca della frontiera efficiente

La crisi del sistema giudiziario italiano, che si manifesta nell’eccessiva lunghezza dei procedimenti giudiziari, è alla base di questa tesi di laurea. Nei dibattiti sull’inefficienza del sistema giudiziario ci si chiede se in Italia i giudici siano troppo pochi rispetto alle cause o se sia siano inefficienti, comunque, l’accumulo dei procedimenti pendenti non sembra arrestarsi e ciò comporta la congestione dell’attività dei tribunali nonché ritardi nei tempi di chiusura dei processi.
Si è voluto, quindi, indagare la struttura del sistema giudiziario italiano partendo “dal basso” della sua organizzazione, analizzando cioè l’efficienza degli uffici dei Giudici di Pace (GP), la cui istituzione aveva lo scopo proprio di “tamponare” l’emergenza fascicoli (le cause pendenti) e di “sbrogliare” l’arretrato sia civile che penale delle cause “bagatellari” (le cause minori).
Oggi i GP sostengono di “lavorare di più” rispetto ai colleghi togati ma di godere di minori diritti: oltre ad essere etichettati come “giudici non togati” per non aver ottenuto la nomina dopo il superamento di un concorso pubblico, sono dei precari a tempo o a cottimo. Nella presentazione di tale figura istituzionale (nel capitolo 1) si i evidenzieranno le differenze del ruolo dei GP rispetto ai magistrati ordinari: non solo per il procedimento di nomina, ma anche per quanto riguarda la divisione della competenza nelle materie civili e penali e soprattutto per ciò che concerne il trattamento economico. I dati relativi alla presenza dei GP nel territorio e quelli relativi al contenzioso di loro competenza evidenziano come la presenza di tale figura sia ormai estesa e radicata nella cultura del nostro Paese.
Poiché l’oggetto di questa tesi è volto all’analisi di efficienza e di efficacia di questo organo per riflettere sulle funzionalità e soprattutto sulle sue potenzialità, nel capitolo 2 si presenteranno dei modelli econometrici che permettono di analizzare in termini quantitativi le variabili normative. Oltre all’analisi statistica (che si effettua mediante l’uso di indici) si utilizzeranno modelli parametrici e non parametrici per analizzare un insieme di unità organizzative e valutarne l’efficienza relativa rispetto al proprio benchmark, cioè si individua l’unità ottima con cui confrontare le prestazioni delle altre unità. Nella particolarità del metodo Data Envelopment Analysis (DEA) l’efficienza relativa di ciascun distretto è calcolata come distanza radiale dalla frontiera efficiente, definita dalle unità ottimali. Questo metodo, una volta determinati i distretti inefficienti, permette anche di individuare le variazioni dei fattori necessarie affinché tali distretti inefficienti emulino il proprio benchmark.
Nel capitolo finale si raccoglieranno in forma tabellare o grafica i dati raccolti sull’attività dei GP: il carico di lavoro affrontato, i distretti, la tipologia delle materie di competenza giurdica, la misura del contenzioso che i GP riescono ad assorbire rispetto alla magistratura ordinaria, ma anche l’organico e le spese di giustizia dei GP divisi per anni e per distretti.

Mostra/Nascondi contenuto.
    2! #!-4 +!!*% !#4    #-  9 !! /  $    !    /  !!*++  !     #     4!#4!!  ++-   $-  !* !      /: !#!!*%. /!4; 4 39%!-$-#!! # !<! /= !!   #- ! 9!*++#!++>?-! %%!< =!* #+!>! ?</#!=!*%!4!!! </#!!=>! ? 7###<!%@=!!#4 # # !4  <#    #=      %    !       !  //!-   !!!+#!>!! ? %!++!! # !!  - 4$ #!%!! !! %!!     :  4    !           !%  !!        !      $!!  !%  ! ! % !! +# !!!! 4;!*##$9%!!!*!++   ++   $  #   +!  !!    +!.   !!!.-!!  !!     4       !      $%  ! %/!  % 7! !!*!    >4  ++    !*    ?    !.    !!        !         .  #%  

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Alessia Busato Contatta »

Composta da 115 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1175 click dal 26/11/2007.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.