Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La selezione del personale tra strumenti ed errori cognitivi: perché assumere i migliori non è sempre possibile?

L'abilità professionale ma soprattutto quella personale del selezionatore è una componente fondamentale perchè il processo di selezione possa definirsi riuscito a breve e a lungo termine ...

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Premessa Inizio questo mio lavoro di tesi ripensando alle moltissime occasioni in cui negli anni mi è capitato di sentire colleghi e clienti domandarsi: "Ma chi l'ha assunto questo?" Ho quindi ritenuto interessante sviluppare l'argomento della selezione del personale focalizzando l'attenzione sugli errori di tipo cognitivo (bias) che possono verificarsi durante il processo di selezione ad opera del selezionatore. Mi rendo conto di essere una voce fuori del coro, i moltissimi manuali disponibili sull'argomento invitano ad utilizzare software e strumenti cosi efficaci da sembrare infallibili: la corretta individuazione della risorsa più idonea sembra garantita. In realtà, esamineremo come l'abilità del selezionatore al pari della sua etica personale e professionale siano elementi fondamentali perchè il processo di selezione abbia un esito positivo e possa definirsi riuscito anche a medio-lungo termine.

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Stefania Vastola Contatta »

Composta da 84 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5069 click dal 19/11/2007.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.