Skip to content

Educazione terapeutica - Proposta di un modello educativo finalizzato alla persona in attesa di trapianto renale

Informazioni tesi

  Autore: Sonia Belia
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Medicina e Chirurgia
  Corso: Infermieristica
  Relatore: Mariagrazia Vettorato
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 33

SINTESI DEL PROGETTO

Analisi del problema :
La persona trapiantata di rene deve possedere conoscenze e competenze per gestire con successo la propria condizione di trapiantato.

Obiettivo:
Programmazione di un corso di Educazione terapeutica:
L’obiettivo generale che il corso si propone è di fornire conoscenze e competenze alla persona in attesa di trapianto per Affrontare e Con – vivere con il rene trapiantato.

Strategie / interventi :
Identificazione dei bisogni, attraverso:

- la rilevazione dei dati clinici quali, esami ematici (potassio, fosforo, albumina, proteine totali, colesterolo, trigliceridi, paratormone), rilevazione della pressione arteriosa, incrementi ponderali intradialitici per due mesi, per valutare la compliance del paziente alle cure;

- la somministrazione di un questionario con domande chiuse e una domanda aperta.
Obiettivi pedagogici:

- fornire conoscenze su: cos’è il trapianto di rene (vantaggi e svantaggi), come avviene l’intervento chirurgico, le principali complicanze nella fase post operatoria.
- Fornire conoscenze sulla terapia farmacologica che normalmente accompagna il trapianto (tipi di farmaci, durata etc…) con particolare riferimento ai farmaci immunosoppressori.

- Fornire conoscenze sulle principali complicanze del trapianto.
- Fornire competenze per riconoscere i principali sintomi legati alla terapia immunosoppressiva.

- Fornire conoscenze sul corretto stile di vita da attuare nella fase pre / post trapianto.

- Fornire competenze per attuare un corretto auto controllo.
Selezione dei contenuti e scelte dei metodi educativi,il percorso educativo è stato suddiviso in tre incontri:

Primo incontro - Il trapianto: vantaggi e svantaggi, degenza e possibili complicanze nella fase
post-operatoria. Docente: infermiere, nefrologo;
- metodi educativi: lezioni frontali con l’ausilio di lavagna luminosa, discussione interattiva.

Secondo incontro - La terapia farmacologica: i farmaci immunosoppressori e i loro effetti collaterali
Docente: infermiere, neurologo;
- metodi educativi: lezioni frontali con l’ausilio di lavagna luminosa, discussione interattiva.

Terzo incontro - Con – vivere con il trapianto. Docente: infermiere;
- metodi educativi: lezioni frontali con l’ausilio di lavagna luminosa, simulazione.
Valutazione

La valutazione è da realizzarsi mediante:
- una valutazione cognitiva: attraverso un questionario pre / post incontro,composto da sei domande con risposta a scelta multipla con unica risposta esatta. Il questionario a risposta multipla permette di ridurre le difficoltà di espressione poiché non richiede la relazione di risposte da parte della persona, è facile e comodo da somministrare e la sua correzione è obiettiva.
- una valutazione clinica attraverso la rilevazione di: esami ematici (potassio, fosforo, albumina, proteine totali, colesterolo, trigliceridi, paratormone), rilevazione della pressione arteriosa, incrementi ponderali intradialitici; da realizzare dopo il corso e trimestralmente prima di ogni incontro di follow up, per verificare l’autogestione.
Sono previsti inoltre dei follow-up trimestrali.
Valutazione del corso
E’ previsto un questionario di gradimento del corso e dei curanti-educatori da consegnare ai partecipanti.
Rilevazione durante le normali sedute emodialitiche del numero di domande da parte dei partecipanti aventi come argomento il trapianto (da definirsi numericamente); il numero e l’oggetto delle domande verranno analizzati e diverranno punti di forza per definire gli obiettivi pedagogici degli incontri di follow-up trimestrali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 1.0 INTRODUZIONE La persona affetta da insufficienza renale terminale è costretta a confrontarsi con una malattia che la obbliga a sottoporsi a trattamento dialitico e al contempo a convivere con continue sollecitazioni emotive, psicologiche e cognitive. La terapia dialitica si interrompe solo quando un evento sfortunato, come la morte, ne decreta la fine o quando un evento fortunato come il trapianto renale porta a “nuova vita” la persona. Da tempo ormai il trapianto di rene è divenuta una pratica terapeutica collaudata e diffusa, attualmente costituisce la modalità preferenziale di trattamento per l’uremia terminale, per milioni di persone in tutto il mondo. Il numero di persone in Italia sottoposte al trattamento sostitutivo della funzione renale al 31/ 12/ 2002 era di 50322, di cui 39791 in dialisi e 10531 con trapianto renale funzionante (1); dei nuovi pazienti sottoposti a trattamento tra il 1998 e il 2002, solo un quarto è stato giudicato idoneo al trapianto di rene ed inserito in lista per trapianto renale (2). L’analisi dell’inserimento in lista mostra come l’età e la presenza di patologie concomitanti condizioni l’inserimento stesso, tutti i giovanissimi e la buona parte dei giovani sono inseriti in lista,mentre gli anziani ne sono quasi completamente esclusi. Il numero di persone in attesa di trapianto di rene al 31/12/2004 era di 8554 con un tempo medio di attesa di 3,10 anni e una mortalità in lista del 1,29 %. Il numero di trapianti di rene effettati nel 2004 sono stati 1745 (3). La Legge n. 91 del ’99 ha istituito il Centro Nazionale per i Trapianti(CNT) con sede presso l’Istituto Superiore della Sanità; il CNT svolge numerose funzioni le tra cui: stabilire i criteri di inserimento in lista di trapianto, fissare i criteri e le procedure di assegnazione degli organi, individuare i parametri per la verifica della qualità del risultato delle strutture per i trapianti, promuovere l’informazione e gestione del sistema informativo trapianti in collaborazione col Ministero della Salute (4). In Italia l’organizzazione dei trapianti si basa, come detto, su di un Centro Nazionale(CNT) e su tre Coordinamenti multiregionali: Nord Italia Transplant (NITp), Associazione Interregionale (AIRT), Organizzazione Centro-Sud Trapianti(OCST).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

attesa di trapianto
educazione terapeutica
trapiano organi
trapiantati
trapianto di rene
umanizzazione dell'assistenza

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi