Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Relazione con il cliente e innovazione logistico-distributiva: il fenomeno Zara

Il lavoro si articola in due parti principali, una prima dedicata allo studio della filiera del tessile-abbigliamento, italiano e spagnolo, mettendo in evidenza le tappe evolutive di maggior cambiamento registratesi negli ultimi anni, soprattutto legate alla liberalizzazione del commercio, che porta alla nascita di nuovi main player che, gradualmente, hanno oscurato la tradizionale posizione di dominanza di alcuni paesi.
In una seconda parte, vengono affrontati i temi relativi alla relazione con il cliente, ed all’innovazione logistica di cui ZARA è artefice. Il paradigma relazionale, come ultima evoluzione del marketing, è analizzato anche alla luce degli strumenti ad esso connesso, per poi fare una digressione sulla centralità assunta dal cliente in ZARA.
Infine, si dedica un capitolo all’analisi della nuova logica produttiva adottata da ZARA, grazie ad una Supply Chain agile e veloce, e su una funzione logistica dalle caratteristiche uniche.
Si cerca di evidenziare, infine, come una buona relazione con il cliente, accompagnata dalla giusta capacità di innovarsi, siano attualmente i fattori critici di successo.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Gli anni recenti sono caratterizzati da cambiamenti continui, da processi evolutivi rapidi e radicali, da innovazioni che si susseguono a ritmi impressionanti. Per le imprese, che oramai si trovano a competere in un mercato globale, diventa un must creare valore per il consumatore. La risposta sembra vada ricercata nella variabile innovazione, legata ad una cura “quasi eccessiva” dei propri clienti. Già nel decennio passato si è sancita l’importanza del cliente come elemento chiave per stabilire strategie vincenti. Le aziende hanno sentito sempre più la necessita di dare voce al cliente, e a questo obiettivo, progressivamente se n’è aggiunto un altro: creare una relazione quasi personale con il cliente al fine di consolidare la sua fedeltà. Chiunque, poi, non detenga una posizione dominante sul mercato, deve confrontarsi con la concorrenza che, giocando sullo stesso piano, tenderà a sottrarre spazi di mercato fino a quel momento serviti con successo. Quindi il paradigma relazionale si presenta come una risposta adeguata per puntare alla creazione di valore per tutti gli stakeholder e, quindi, per aumentare il valore e la percezione dell’azienda da parte della domanda. Il mercato della moda porta all’estremo queste tematiche vivendo di tendenze e gusti che cambiano nel giro di una stagione. Ecco perché si è scelto ZARA come focus empirico di approfondimento, in quanto rappresenta una delle poche imprese in contro-tendenza, che ha saputo innovare con successo in un mercato già innovativo. In tale ottica, si è analizzato un nuovo segmento della moda, quello c.d low cost, perché si ritiene rappresenti l’ultima rivoluzione permessa da cambiamenti di valutazione e di priorità del prodotto moda agli occhi del cliente.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Vincenzo Medugno Contatta »

Composta da 297 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9549 click dal 06/12/2007.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.