Skip to content

Istallazioni temporanee per l'archeologia: Altilia

Informazioni tesi

  Autore: Paolo Gianfrancesco
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Architettura
  Corso: Architettura
  Relatore: Antonio D'auria
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 83

L’intervento progettuale è finalizzato all’ideazione di strutture temporanee da istallare nelle aree archeologiche a sostegno degli scavi per aumentare la fruibilità da parte dei disabili, per ampliare le possibilità informative e di visita. Il progetto verte sull’individuazione di strutture modulari che attraverso assemblaggi a sviluppo spaziale con giunto sferico garantiscono di raggiungere ampie coperture a basso impatto ambientale in quanto effimere e rimovibili, facilmente trasportabili e con una bassa incidenza economica.

Le istallazioni temporanee sono di tre tipologie:
1) Maglia a sviluppo tetraedrico per contenimento di superfici di scavo
2) Maglia a sviluppo orizzontale per la creazione di percorsi alternativi di visita
3) Totem informativo per la segnalazione iconografica sul territorio

Tali interventi contengono la matrice comune dello sviluppo modulare a base triangolare piana e tetraedrica spaziale. Nelle diverse modalità di aggregazione consentono la creazione di variazioni altimetriche per un ampliamento dei punti prospettici di vista, l’individuazione di punti strategici con l’inserimento di totem a forte richiamo visivo e l’ampliamento delle possibilità di fruizione da parte del pubblico disabile. L’idea è quella di moltiplicare come in un caleidoscopio l’approccio di visita con momenti silenziosi di riflessione visiva, l’aggiunta di linguaggi conoscitivi e punti di studio per i tecnici dello scavo. Tale intervento mira alla creazione di strutture cave per la custodia della fase di scavo, la visitabilità al coperto e la didattica di scavo. Il sito archeologico con cui l’intervento si è confrontato è una città romana di origini sannita situata ai piedi della catena montuosa del Matese in Molise. Tale area archeologica è caratterizzata da uno sviluppo urbano anomalo influenzato nella sua disposizione dalla traccia culturale della transumanza, antica esigenza dello spostamento delle greggi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 Capitolo 1 Il Samnium 1.1 La riscoperta del Sannio La storia dei Sanniti, dopo più di duemila anni, continua ad affascinare chiunque tenti di penetrare quelle vicende che, intorno agli ultimi secoli prima della venuta di Cristo, hanno influenzato la crescita di gran parte delle popolazioni italiche. La loro storia si interseca con quella di altri popoli, come gli Etruschi, i Greci, i Celti e, quasi in un continuo conflitto, con i Romani. Di tutte le tribù e i popoli con cui i Romani si trovarono a dover contendere la supremazia sull’Italia, nessuno fu più minaccioso dei Sanniti. Erano le genti più caparbie e dal temperamento più risoluto fra tutte le popolazioni della penisola, coloro ai quali, più di ogni a altra cosa, era sacra la libertà e che hanno combattuto strenuamente per difenderla. Forti e valorosi, possedevano un territorio più ampio e un temperamento più risoluto di qualsiasi altra popolazione della penisola. Per mezzo secolo e più, dal 343 al 290 a.C., impegnarono i Romani nei tre successivi conflitti noti come guerre sannitiche, e riaccesero la lotta contro di loro ogni volta che ne ebbero occasione nel corso dei due secoli seguenti., tanto da meritarsi l’elogio di Livio: “Non sfuggivano la guerra e preferivano subire la conquista piuttosto che non tentare con ogni mezzo la vittoria”. L'interesse che suscitano oggi le loro vicende è dettato anche dalla curiosità di ricostruire gli ancora molti ed oscuri avvenimenti che compongono la loro storia. Di questo popolo, che ha cercato di liberarsi più volte dal giogo di coloro che, da lì a pochi secoli, avrebbero sovrastato il mondo intero allora conosciuto, non rimangono che poche vestigia e

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

altilia
ambientale
archeologia
architettura
bojano
campobasso
disabili
gianfrancesco
impatto
istallazione
matese
mesh
molise
percorsi
progettazione
romani
sannio
sanniti
sepino
temporaneo
tetraedro
totem
transumanza
trasportabile

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi