Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Viaggio, visione e suono in ''Paris, Texas'' di Wim Wenders

"Paris, Texas "di Wim Wenders ha vinto la Palma D'Oro del festiva di Cannes nel 1984. E' un film molto importante non solo per questo riconoscimento, ma anche e soprattutto, perchè è un film fondamentale nella filmografia di Wenders. Come afferma già il titolo, compito di questa dissertazione è quello di prendere in considerazione, in particolare il tema del viaggio; ma anche di enunciare le sequenze delle quali è composto il film e cercare di fare un piccolo approfondimento sulla colonna sonora.
Il viaggio è una costante nel cinema di Wenders però, questo tema non ha sempre lo stesso ruolo. All'inizio dell'opera filmica del regista il viaggio è un elemento occasionale della narrazione, nei successivi film e, in particolare in "Paris, Texas", il viaggio diventa struttura narrativa portante.
La magnifica colonna sonora di questo film, opera di Ry Cooder, riesce a comunicare le tematiche del film come, se non di più delle immagine stesse.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 PREMESSA Paris, Texas di Wim Wenders ha vinto la Palma D’Oro al Festival di Cannes nel 1984. Per Wenders fu una vera favola, perché è riuscito a vincere nonostante il missaggio fosse cominciato la sera stessa dell’apertura del festival e il film completo di sottotitoli fosse finito il giorno della sua presentazione. Fino allora Paris, Texas non l’aveva visto nessuno, ma nonostante ciò ha vinto la celeberrima Palma D’Oro. E’ un film molto importante non solo per questo riconoscimento, ma anche e soprattutto, perché è un film fondamentale nella filmografia di Wenders che racchiude in sé tante tematiche “vecchie”, ma allo stesso tempo affronta dei nuovi concetti. Quindi fa da ponte con il cinema di sempre ed un probabile e possibile nuovo modo di fare film. Wenders scrive quest’opera insieme a Sam Shepard, questa combinazione non poteva che essere vincente. In effetti un autore così profondamente americano non poteva trovare migliore interprete dei suoi temi e del suo stile di questo regista tedesco, che dell’America, del viaggio, e della vita intesa come tensione (impossibile) verso rapporti personali autentici, ha fatto finora la sua poetica. È in forte evidenza il viaggio disperato e cocciuto di Travis attraverso il desolato paesaggio texano, la sua ossessiva e irrinunciabile ricerca dell’amore perduto, la riconsegna del figlio alla madre (una madre che continua ad essere, nonostante il processo di mercificazione cui è stata/ si è sottoposta, una fonte di autenticità, pulizia e contatto non contaminato con il mondo), tutto questo si salda immediatamente e armonicamente con le tematiche e i moduli espressivi che si possono apprezzare nella filmografia di Wenders. Paris, Texas è dedicato a Lotte H. Eisner, storica del cinema e archivista per la Cinematèque Francaise inoltre fu un’esperta del cinema espressionista tedesco. Era stata molto vicina a Wenders, sin dai suoi esordi nel cinema. Wenders le aveva

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Umanistiche

Autore: Daniela La Pinta Contatta »

Composta da 67 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2120 click dal 13/12/2007.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.